Lunedì, 20 Settembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

La Milano Radicale con Sala, presentato oggi il simbolo della lista

Milano, venerdì 30 luglio - ore 12 - in piazza Cordusio, per le elezioni comunali di autunno 2021

Di Paolo Brambilla

30 Luglio 2021

La Milano Radicale con Sala, presentato oggi il simbolo della lista

Venerdì 30 luglio alle ore 12 in piazza Cordusio (Milano) è avvenuta la presentazione del simbolo della lista "La Milano Radicale con Sala" che parteciperà alle elezioni comunali milanesi di autunno 2021 sostenendo il sindaco uscente Beppe Sala.

Presenti tra gli altri:
Lorenzo Lipparini (assessore alla partecipazione open data cittadinanza attiva del Comune di Milano)
Michele Usuelli (consigliere regionale della Lombardia)
Federica Valcauda (segretaria dell'Associazione Enzo Tortora Radicali Milano)
Beppe Sala (sindaco di Milano)

La Milano Radicale con Sala

Ultima iniziativa promossa anche sul territorio milanese è staa l'appoggio all’emendamento al Dl Semplificazioni a prima firma Riccardo Magi, che consentirà di sottoscrivere da subito i referendum con firma elettronica qualificata: "Rappresenta un passo avanti storico per il nostro Paese verso il maggior rispetto dei diritti politici dei cittadini”, dichiarano in una nota Massimiliano Iervolino, Giulia Crivellini e Igor Boni, segretario, tesoriera e presidente di Radicali Italiani.

“Era il 2019, infatti, quando l’Italia fu condannata in sede ONU per gli irragionevoli ostacoli all’esercizio dei diritti di partecipazione popolare: oggi il Parlamento ha finalmente l’occasione di rientrare nella legalità internazionale. Non si lasci sfuggire questa opportunità” 

"Oggi le norme vetuste, irragionevoli, sulla modalità cartacea di raccolta firme su referendum e proposte di legge di iniziativa popolare sono un concreto ostacolo alla partecipazione e all’attivazione degli strumenti di democrazia diretta previsti dalla nostra Costituzione”, concludono.

Igor Boni, esponente torinese dei Radicali, dichiarava già qualche mese fa: “Sto ripetendo in ogni occasione che serve un’alleanza tra Torino e Milano che guardi al futuro. Proprio a Milano con Lorenzo Lipparini, Assessore della Giunta di Beppe Sala con deleghe alla partecipazione, cittadinanza attiva e open data, ci siamo confrontati su possibili progetti comuni. Io vorrei che Torino seguisse l’ottimo esempio di Milano dove si sono aperti i cantieri su progetti pensati e proposti dai cittadini, dove c’è un dibattito pubblico e partecipato sulle grandi opere, dove sono attivi i patti di collaborazione per gestire beni comuni e dove, su alcuni temi, c’è la consultazione cittadina con estrazione a sorte dei partecipanti."

Michele Usuelli, unico medico fra i consiglieri regionali della Lombardia, è particolarmente attivo sul territorio. Come pediatra, e in aspettativa non retribuita alla Mangiagalli. Presente all'evento di presentazione del simbolo, non è però nella lista dei candidati al Comune di Milano. "Non credo nei doppi incarichi e fare bene il consigliere regionale è un lavoro a tempo pieno" ci confida.

Fra le varie iniziative promosse da Michele Usuelli negli ultimi tempi, è di pochi giorni fa la notizia che il Consiglio regionale della Lombardia ha approvato alcune rilevanti proposte a sua firma su varie tematiche, da quella sanitaria a quella carceraria, oltre ad esempio a quelle relative al settore delle discoteche.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x