Domenica, 25 Luglio 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Blitz antimafia a Palermo oggi: arrestato anche il rampollo del boss Caporrimo

L'intervento delle forze speciali ha portato all'arresto di 8 indagati per associazione a delinquere di tipo mafioso

21 Luglio 2021

carabinieri

Nuovo blitz a Palermo

Nuovo blitz antimafia delle forze dell'ordine a Palermo nella mattinata di mercoledì 21 luglio. Sono 8 le ordinanze di custodia cautelare che hanno portato all'arresto di individui indagati per associazione a delinquere di tipo mafioso. Tra le accuse anche l'aggravante di estorsione e incendio doloso. Presente tra gli 8 arrestati anche l'erede del boss Caporimmo.

Blitz a Palermo oggi: continua il giro di vite antimafia nel sud Italia

Settimane di fuoco per la squadra antimafia siciliana, che da giorni sta facendo piazza pulita di criminali per associazione a delinquere di tipo mafioso nel palermitano. Proseguono a passo spedito e con risultati tangibili le indagini guidate dal procuratore aggiunto Salvatore De Luca, che a capo di un pool di magistrati esperti sta cercando di porre fine al dominio nella zona di Tomasso Natale. Nonostante le speculazioni di chi ostacola le indagini che vorrebbe Natale inattivo da anni, l'inchiesta guidata da De Luca è stata in grado di dimostrare la "perdurante attività" del boss mafioso.

Il blitz di questa mattina è solo l'ultimo di una serie di operazioni in vigore a partire dal 2011, quando la missione "Oscar" aveva portato ai primi arresti di capi e gregari legati al circolo mafioso di Natale. Quello del 21 luglio è stato denominato invece blitz "Bivio 2" ed è stato incentrato sulla figura di Giulio Caporrimo, già detenuto in carcere. A insospettire la procura è il periodo di libertà intermittente in cui Caporrimo e Natale sono entrati in contatto nel maggio 2019. Scontri nella leadership tra i due avrebbero lasciato spazio per una breccia nelle indagini, e le forze dell'ordine sono riuscite a risalire ai collegamenti tra i due boss mafiosi e il terzo leader, Francesco Palumeri, il rampollo che cercava di farsi riconoscere nella cerchia stretta di Caporrimo.

Blitz a Palermo oggi: arrestato il rampollo di Caporrimo

Con Giulio Caporrimo già in carcere, i riflettori sono stati puntati sul figlio Francesco. Nelle 8 misure cautelari di questa mattina anche lui, cui le forze dell'ordine rivolgono l'accusa di incendio doloso ai danni di un esercizio commerciale di Sferracavallo. Una misura punitiva parte delle attività mafiose, l'incendio sarebbe stato un ammonimento per persuadere il proprietario a cedere la gestione del locale alla famiglia Caporrimo. Si aggiungono inoltre le accuse di estorsione e minacce, denunciate direttamente da alcune vittime coinvolte. Anche grazie alle testimonianze dirette la procura è riuscita a ricostruire l'accaduto nella zona di Sferracavallo, e a mappare il giro di controllo sul territorio che Caporrimo e il suo rampollo stavano cercando di istituire.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x