Martedì, 03 Agosto 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Matteo Cecconi morto sucida per colpa della Dad, l'autopsia: "Lo hanno incitato"

La procura di Vicenza ha aperto un fascicolo sulla morte del diciottenne di Bassano del Grappa che la mattina del 26 aprile si era avvelenato

15 Luglio 2021

Matteo Cecconi morto sucida per colpa della Dad, l'autopsia: "Non ha fatto da solo"

Fonte: Facebook pagina Noi Poliziotti per sempre

Spuntano nuovi dettagli sul decesso di Matteo Cecconi, diciottenne di Bassano del Grappa morto suicida per cola della Dad - così come il giovane stesso aveva scritto in un biglietto. Dopo l'autopsia sul corpo del ragazzo, gli inquirenti hanno dichiarato che qualcuno potrebbe aver avuto un "ruolo attivo" nel suicidio. Matteo aveva finito per togliersi la vita "in diretta" su un forum online per aspiranti suicidi, mentre era a casa a seguire le lezioni in Dad. Alemeno questa è l'ipotesi al vaglio della magistratura.

Matteo Cecconi morto sucida per colpa della Dad

"Mio figlio Matteo ha ingerito veleno durante la Dad: 10 ragazzi su Sanctioned Suicide lo incitavano". La Procura di Roma nei giorni scorsi ha oscurato il sito Sanctioned Suicide, ora sotto inchiesta, ravvisando il reato di istigazione al suicidio. Maci sarebbero altri casi. Matteo, Fabio e Paolo sono morti tutti a 18 anni, nel giro di pochi mesi, dopo aver ingerito volontariamente veleno. "Matteo si era iscritto a quel sito il 12 aprile, due settimane prima di togliersi la vita", ha raccontato Alessandro Cecconi, padre di Matteo. "E la mattina in cui ha deciso di ingerire il veleno era collegato in chat con una decina di altri ragazzi, che l’hanno sostenuto nella sua scelta".

"Faremo tutte le verifiche del caso, se ci sono delle responsabilità le scoveremo", è intervenuto il procuratore capo Lino Bruno. "Ora stiamo lavorando su un’ipotesi di reato ben precisa, sulla quale intendo mantenere il riserbo. Posso però dire che abbiamo disposto delle verifiche tecniche, anche in collegamento con altre procure che già stavano affrontando casi simili a quello avvenuto a Bassano".

A quanto sembra, Matteo Cecconi, mentre sul suo computer scorrevano le immagini della Dad, si era collegato a un sito che aveva il proposito di "dare aiuto" a coloro i quali avessero deciso di togliersi la vita. Alle 9.33 ha scritto un messaggio nella chat del sito annunciando di essere in attesa che il farmaco facesse effetto. "Auguratemi buona fortuna". A leggere quel messaggio altri 11 utenti (nessuno che avrebbe provato a farlo desistere). "Anzi, sembravano accompagnarlo", ha spiegato Alessandro Cecconi, il papà di Matteo. Alle 9.50 una ragazza ha commentato "Fai buon viaggio", prima di aggiungere una frase "La fine della sofferenza è iniziata". "Riposa in pace, cucciolo", gli scrivevano altri utenti, "Se te ne sei andato, spero che tu possa trovare la pace".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x