Domenica, 01 Agosto 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Olimpiadi Tokyo 2021 senza spettatori, porte chiuse per i giochi olimpici

Le autorità giapponesi hanno dichiarato lo stato di emergenza anche per le prefetture di Chiba, Kanagawa e Saitama

08 Luglio 2021

Le autorità di Tokyo hanno vietato la presenza di spettatori ai giochi olimpici di Tokyo 2020 per una nuova emergenza sanitaria causata dal Covid-19. Porte chiuse per le gare delle olimpiadi pandemiche, gli atleti non potranno beneficiare del supporto dei tifosi a seguito delle nuove regolamentazioni imposte dal governo. La misura di emergenza sarà estesa anche alle prefetture di Chiba, Kanagawa e Saitama.

Olimpiadi Tokyo 2021 senza spettatori, porte chiuse per i giochi olimpici

Le Olimpiadi di Tokyo si svolgeranno senza spettatori. Lo dichiarano giovedì 8 luglio le autorità competenti giapponesi. La causa scatenante per la misura sarebbe una nuova ondata di contagi da Covid-19 che avrebbe colpito il paese. Per cercare di contenere la diffusione del virus e garantire la sicurezza degli atleti, Tokyo ha deciso di dichiarare lo stato di emergenza in tutta la capitale.

Un brutto colpo per il Giappone, che da mesi cerca di combattere contro le conseguenze della pandemia per riuscire a mantenere intatto l'evento olimpico. "È davvero un peccato che dovremo proporre i giochi olimpici in un formato davvero ridotto a causa delle infezioni da Coronavirus". È quanto dichiara il presidente di Tokyo 2020 Seiko Hashimoto. "Mi dispiace davvero moltissimo per chiunque avesse già acquistato i biglietti e per chiunque viva nelle aree colpite". Lo stato di emergenza non riguarda infatti solo i luoghi delle gare, ma sarà estesa anche alle prefetture di Chiba, Kanagawa e Saitama.

Olimpiadi Tokyo 2021 a porte chiuse: Suga: "Misura necessaria" 

Il primo ministro giapponese Yoshishide Suga ha dichiarato la misura "necessaria" per evitare che Tokyo diventi un nuovo focolaio per la diffusione del Covid. I giochi si svolgeranno dal 23 luglio fino all'8 agosto anche con le nuove restrizioni in vigore. Da circa un anno e mezzo il Giappone cerca di non rinviare i giochi olimpici, importanti per il paese sia da un punto di vista economico che dal punto di vista politico. Lo stato di emergenza appena annunciato è quindi solamente la punta dell'iceberg negli sforzi del governo giapponese per garantire lo svolgimento dei giochi e non preoccupa più di molto le autorità.

La decisione di non avere spettatori durante le gare di Tokyo 2020 è stata ampiamente condivisa dagli esperti medici, che ritengono che la mancanza del pubblico sia la soluzione migliore per garantire la sicurezza di tutti gli atleti e del personale presente ai giochi olimpici.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x