Venerdì, 23 Luglio 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Segretario di stato Usa Blinken in visita a Roma: "Rapporto forte tra Usa e Italia"

Il funzionario americano resterà per tre giorni nella capitale, dove incontrerà papa Francesco, Mattarella, Draghi e Di Maio

27 Giugno 2021

Segretario di Stato Usa in visita a Roma: "Rapporto forte tra Usa e Italia"

Il Segretario di Stato americano Anthony Blinken è atterrato domenica 27 giugno a Roma, dove rimarrà per i prossimi tre giorni per una visita ufficiale a nome della nuova amministrazione Biden. "Felice di essere in Italia per sottolineare l’importanza dell’unità transatlantica e del forte rapporto Usa-Italia", ha scritto su Twitter. "Non vedo l’ora di incontrare le mie controparti, di co-presiedere la Coalizione globale anti-Daesh per sconfiggere l’Isis e di partecipare alla riunione ministeriale del G20 a Matera“, ha aggiunto.

Inizia così la visita ufficiale del Segretario di stato Blinken in Italia. Lo aspetta un'agenda fitta di impegni, all'insegna del ritrovato attivismo dell'amministrazione Biden  verso l'Europa e sulle questioni globali.

Segretario di stato Usa Blinken a Roma: prima Di Maio 

Lunedì 28 giugno, secondo quanto si apprende, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio co-presiederà assieme ad Antony Blinken la riunione Ministeriale plenaria della Coalizione anti-Daesh. Si tratta di un appuntamento che torna dopo due anni, l'ultimo risale al febbraio 2019, e si terrà per la prima volta a Roma. I due si incontreranno prima per una colazione insieme, e poi incontreranno il neo ministro degli Esteri israeliano, Yair Lapid, nel primo faccia a faccia tra il nuovo governo post-Netanyahu e l'amministrazione Usa (Lapid vedrà anche Di Maio e il collega del Bahrein, Paese firmatario degli Accordi di Abramo con Israele, insieme agli Emirati).

Si passerà poi alla seduta della Coalizione anti-Daesh. Domani mattina Blinken co-presiederà con Di Maio la riunione della Coalizione anti-Isis alla nuova fiera di Roma. Si tratterà della prima volta che l'Italia ospita una riunione della Coalizione, a due anni dall'ultimo appuntamento a Washington.

Segretario di stato Usa Blinken a Roma: ricucire i rapporti con il Vaticano?

L'ultima volta che un Segretario di stato Usa si era presentato da Papa Francesco l'atmosfera era molto tesa. In quell'occasione, l'ex spalla destra di Trump, Mike Pompeo, aveva invitato il Papa a non cedere alle pressioni della Cina. La Santa Sede ha infatti rinnovato gli accordi sulle nomine dei vescovi, che conferiscono a Pechino maggiore autonomia.

Dopo che la Nato ha preso una linea dura nei confronti della Cina al vertice di debutto di Biden, Washington potrebbe spingere il Vaticano a essere più schietto sui diritti umani in Cina e Hong Kong, ha affermato Alberto Melloni, storico della Chiesa italiana e consigliere della Commissione europea.

La visita segue inoltre a una conferenza in cui i vescovi cattolici degli Stati Uniti hanno votato per redigere una dichiarazione sulla Comunione che potrebbe ammonire i politici cattolici, tra cui Biden, che sostengono il diritto all'aborto nonostante si oppongano personalmente alla pratica. 

"Vediamo di lavorare insieme, e prenderla come un'opportunità per aumentare l'ambizione collettiva dei paesi e affrontare la crisi climatica aumentando e attuando obiettivi nazionali di riduzione delle emissioni, ad esempio", ha commentato sulla questione Philip Reeker, assistente segretario di Stato per l'Europa e affari eurasiatici.

 

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x