Lunedì, 14 Giugno 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Camilla Canepa malattia: di cosa soffriva e quale terapia ormonale seguiva

Emergono le ultime notizie su Camilla Canepa, la ragazza di 18 anni di Genova morta ieri: soffriva di una malattia e prendeva dei farmaci. Lo aveva indicato nell'anamnesi prima del vaccino?

11 Giugno 2021

Camilla Canepa aveva una malattia autoimmune: assumeva una terapia ormonale

Camilla Canepa (fonte Facebook @camillacanepa)

Aveva una malattia autoimmune del sangue Camilla Canepa, la 18enne deceduta ieri sera, giovedì 10 giugno 2021, presso l'ospedale San Martino di Genova, a pochi giorno dalla vaccinazione con AstraZeneca. Ora è emerso che la ragazza soffriva di piastrinopenia autoimmune familiare e assumeva una doppia terapia ormonale.

Camilla Canepa malattia: di cosa soffriva e quale terapia ormonale seguiva

Camilla Canepa aveva dunque una malattia autoimmune e ormai da tempo assumeva una terapia ormonale. Ora però la questione è: la 18enne aveva indicato i farmaci che prendeva nell'anamnesi da compilare prima di sottoporsi al vaccino? E se la risposta è sì, com'è possibile che il medico che ha dato l'ok alla somministrazione di AstraZeneca non si sia accorto di nulla?

Gli investigatori in queste ore stanno cercando di capire se le patologie fossero state indicate nella scheda consegnata prima della somministrazione del vaccino avvenuta il 25 maggio agli Open Day vaccinali in Liguria. Intanto i carabinieri del Nas di Genova stanno acquisendo tutte le cartelle cliniche e la relativa documentazione medica.

Chi era Camilla Canepa e perché ha fatto il vaccino AstraZeneca

Non ce l’ha fatta Camilla Canepa, la ragazza di Sestri Levante che da domenica 6 giugno era ricoverata al Policlinico San Martino di Genova a causa di una trombosi al seno cavernoso. La 18enne è morta ieri, giovedì 10 giugno 2021, nel tardo pomeriggio. Solo qualche giorno fa aveva ricevuto la prima dose del vaccino anti-Covid di AstraZeneca. Ora dunque tutta Italia si sta chiedendo se ci sia stata o meno una correlazione tra la vaccinazione e il decesso.

Camilla Canepa era una ragazza di 18 anni come tante, con i suoi sogni e le sue aspirazioni e desiderosa di vivere la sua vita. Per questo era "felice di aver fatto il vaccino", come hanno raccontato amici e parenti al Corriere della Sera. "Aveva l’esame di maturità ma già pensava alle vacanze e alla pallavolo, la sua grande passione. Le piaceva sentirsi libera", ha confessato un compagno di scuola, quell'Istituto tecnico da cui la ragazza stava per uscire con ottimi voti. Si sarebbe diplomata in ragioneria questa estate.

Camilla aveva compiuto gli anni pochi mesi fa, lo scorso dicembre, quando, per colpa delle disposizioni anti-Covid, non aveva potuto, come sarebbe stato suo diritto, festeggiare con gli amici il compimento della maggiore età. Come molte giovani aveva il desiderio di andare in vacanza al mare quest'estate. Poi si sarebbe iscritta all'università, senza però abbandonare il campionato di volley femminile. Le compagne di squadra la chiamavano "bomber", perché in campo schiacciava molto ed erano "bombe".

"Dolce e energica al tempo stesso, aveva un grande entusiasmo, una trascinatrice per le compagne, un martello per le avversarie — ha raccontato Federico Galdolfo, il dirigente della Vbc Casarza ligure, la squadra dove militava —. Camilla si era presa un anno sabbatico per via del Covid ma voleva riprendere il prossimo campionato. Grazie a lei lo scorso anno abbiamo ottenuto la promozione in seconda divisione e quest’anno ci stiamo giocando un nuovo passaggio di categoria". Il primo appuntamento, strano e tragico scherzo del destino, era fissato proprio per oggi, il giorno dopo il suo decesso. "Tutto rinviato, naturalmente, per rispetto a lei e alla famiglia".

Vaccino AstraZeneca, Camilla Canepa: perché è morta?

"Purtroppo, poche ore fa - ha annunciato tristemente ieri la sindaca Valentina Ghio - Sestri Levante è stata colpita da un lutto che mai avremmo voluto vivere. L'amministrazione comunale e tutta la città si stringono intorno alla famiglia della ragazza scomparsa oggi. In questo momento di dolore esprimo tutto il mio affetto e la mia vicinanza ai familiari di Camilla". Un annuncio, quello della prima cittadina della località genovese, che ha sconvolto tutti e ha gettato ancora più ombre sul vaccino AstraZeneca.

Camilla Canepa si era vaccinata volontariamente lo scorso 25 maggio agli Open Day vaccinali organizzati dalla Regione Liguria. Però qualche giorno dopo, il 3 giugno, ha iniziato ad avvertire forti dolori alla testa e si è allora recata in pronto soccorso lamentando cefalea e fotofobia. Sottoposta a tac cerebrale ed esame neurologico - che sono risultati entrambi negativi - Camilla è stata dimessa con raccomandazione di ripetere gli esami ematici dopo 15 giorni.

Il 5 giugno è tornata in pronto soccorso con deficit motori ad un emilato, spiegano la Regione e Alisa mentre cercano di ricostruire la vicenda. La Tac cerebrale a quel punto ha dimostrato un esito emorragico e la 18enne è stata immediatamente trasferita nel reparto di Neurochirurgia del San Martino, dove è stata sottoposta a un primo intervento per rimuovere il trombo e poi ad un secondo per ridurre la pressione intracranica derivante dall'emorragia.

Intanto la Direzione del Policlinico ha inviato le segnalazioni all'Aifa, ma le condizioni di Camilla Canepa erano sempre più gravi. Infine il decesso, che è arrivato proprio ieri, 10 giugno, dopo giorni di speranza. Speranza che però anche questa volta non è bastata. C'è una correlazione tra la morte della 18enne di Genova per trombosi e il vaccino AstraZeneca? Secondo i dati resi noti al momento la risposta sembra essere di no, ma tutta la comunità scientifica sta indagando su possibili rapporti di causa-effetto.

Camilla Canepa, espianto di organi in corso: a chi andranno

Intanto l'Ansa riferisce che è in corso al Policlinico San Martino di Genova l'espianto degli organi di Camilla Canepa, la ragazza di 18 anni di Sestri Levante morta per trombosi a pochi giorni dalla somministrazione del vaccino anti-Covid di AstraZeneca. Secondo quanto si apprende i medici hanno già espiantato il fegato della giovane scomparsa proprio ieri sera. L'organo è stato poi subito affidato alla staffetta appena partita per l'ospedale di Niguarda di Milano. Gli organi di Camilla salveranno altre vite umane.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti