Sabato, 21 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Arisa per Fondazione Francesca Rava, a Milano il concerto a sostegno dei bambini ucraini

Di Victor Venturelli

05 Aprile 2022

Arisa - Fondazione Rava

Arisa nel backstage durante il concerto in favore dell'Ucraina al Teatro Lirico di Milano

Arisa porta sul palco del Teatro Lirico di Milano il suo canto gentile in un evento speciale a sostegno della Fondazione Francesca Rava NPH Italia Onlus con lo scopo di raccogliere fondi per supportare l'impegno della Fondazione nell'emergenza ucraina, avvalorato dalla presenza tra i partner del brand Aldo Coppola. Due ore intense dove la Musica è stata la vera protagonista e ha ricordato il valore della condivisione e dei piccoli gesti, mai come oggi così necessari.

Arisa e Fondazione Rava, una data speciale in favore dell'Ucraina

Nessuno più di Arisa poteva essere in grado di condensare attraverso la sua musica quel forte messaggio di speranza e vicinanza alla popolazione ucraina colpita dalla guerra. Un sodalizio quello con la Fondazione Francesca Rava NPH Onlus che parte da lontano: con i bambini della Casa NPH in Haiti ha registrato l'intenso brano Voce per Haiti; è partita per il Campus solidale nella Casa NPH in Messico e si è recata nelle zone del Centro Italia colpite dal terremoto, dove la Fondazione ha ricostruito 8 scuole. Durante la pandemia, Arisa ha donato il bellissimo brano Nucleare a favore del Progetto Maternità Covid-19. Un legame che trova conferma nelle parole della presidente Mariavittoria Rava: “Sono profondamente grata ad Arisa per essere ancora una volta vicina alla Fondazione Francesca Rava con la sua straordinaria sensibilità [...] oggi è nuovamente accanto a noi, in prima linea, per sostenere il nostro impegno urgente in difesa dei bambini colpiti dalla tragedia di questa guerra" ha dichiarato.

Un concerto speciale dove l'intesa col pubblico è stata palpabile e ogni nota ha accompagnato i presenti in una sfera sempre più intima come in un dialogo tra amici che non si vedono da tempo e che hanno molto da raccontarsi e su cui riflettere insieme.

Arisa: il concerto tra celebri successi e cover manifesto di pace e amore

Accompagnata al piano da Giuseppe Barbera in un viaggio musicale tra i suoi successi di sempre come Sincerità, La Notte, La Cosa più importante e quelli più recenti del suo ultimo disco Ero romantica, eseguiti dal vivo per la prima volta, Arisa è riuscita a far proprio il messaggio di pace coinvolgendo il pubblico e molti bambini presenti, a ricordare quanto siano proprio loro le vittime innocenti di una guerra che non perdona nessuno.

"Sono davvero felice di potere contribuire nel mio piccolo ad alleviare per quanto possibile le cause di una guerra così spietata e insensata, dove i civili vengono bersagliati senza pietà e a farne le spese sono spesso i bambini e le persone più deboli" ha commentato, lasciandosi andare a momenti di puro divertimento col pubblico in sala che, sollecitato più volte dalla cantante, ha risposto intonando a memoria le sue canzoni in una serata magica.

Ad emozionare particolarmente il pubblico dalla platea alla galleria, le cover di due grandi brani del passato, entrambi manifesto di pace e speranza: Imagine di John Lennon e Hallelujah di Leonard Cohen, che hanno aperto e chiuso circolarmente il concerto mostrando il talento indiscusso di una delle artiste italiane più amate.

Aldo Coppola, Giulia Salemi e Pierpaolo Pretelli: quando l'unione fa la forza

Non potevano mancare partner d'eccezione a rendere ancora più potente il fine ultimo della serata. Il celebre brand Aldo Coppola, innovatore nel mondo dei capelli, ha deciso di schierarsi facendo propria la mission dell'intero progetto e affiancandosi a Fondazione Rava nella difesa dei soggetti più fragili colpiti dalla guerra. 

Le parole di Federica Coppola, CEO Aldo Coppola Italia, testimoniano l'impegno del brand da anni attivo su più fronti per aiutare chi è in difficoltà: "Dopo essere stata personalmente più volte nei campus N.P.H in Honduras e in Messico, il desiderio di prendere parte attiva affiancando la Fondazione in quanti più progetti possibile è costante. Anche in questo caso, noi di Aldo Coppola abbiamo voluto rispondere tempestivamente a questa emergenza, sostenendo la realizzazione del concerto".

Una chiamata all'azione che anche volti noti del mondo dello spettacolo hanno abbracciato con umiltà e dedizione, è il caso di Giulia Salemi e Pierpaolo Pretelli, influencer e protagonisti di numerosi programmi televisivi. La coppia durante la serata ha raccontato come abbia deciso di accettare l'invito della Fondazione nel passare una giornata intera con i volontari, testimoniando attraverso i propri canali social il lavoro di centinaia di persone che ogni giorno, con spirito di solidarietà e sacrificio, si impegnano affinché si possa parlare di futuro anche per chi è meno fortunato. Inoltre i Prelemi, così conosciuti dal mondo del web, hanno avviato una raccolta fondi aperta a tutti i follower con l'obiettivo di raccogliere 21.000€, e riuscendone a raccoglierne 9 mila in soli tre giorni dall'avvio del crowdfunding.

Il potere della Musica che unisce

E' proprio vero, l'unione fa la forza e lo spirito di condivisione vissuto sotto le note di Arisa è quanto di più bello si possa desiderare in un periodo storico così difficile. Una serata, quella al Teatro Lirico Giorgio Gaber di Milano, che ha riportato in auge il potere della Musica, collante benefico in grado di unire ed emozionare persone, facendoci sentire tutti parte di un disegno che ci unisce e ci avvicina.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x