Sabato, 21 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Giacca decostruita (o destrutturata), cos'è e qual è il significato del capo creato da Nino Cerruti

Cos'è la giacca decostruita (o destrutturata) di Nino Cerruti e perché riveste un significato così importante nella moda attuale anche dopo 50 anni dalla sua creazione

15 Gennaio 2022

Giacca decostruita (o destrutturata), significato del capo d'abbigliamento creato da Nino Cerruti

fonte: Twitter

Ideata da Nino Cerruti negli anni '70, la giacca decostruita - detta anche destrutturata - è senza dubbio un simbolo della moda italiana: cos'è e qual è il suo significato. Dalle spalline molto leggere e dalla vestibilità morbida e confortevole, la creazione dello stilista biellese punta a spogliare di formalità e rigidezza il concetto stesso di giacca, adattandolo sia alle nuove generazioni che a un utilizzo più sportivo. Esistono però tanti piccoli particolari che caratterizzano la decostruzione del capo: tra cui fodera, imbottitura e taschino.

Giacca decostruita, cos'è e qual è il suo significato

Il nome stesso di giacca decostruita rimanda a qualcosa che è stato tolto, o che comunque diverge dalla normale "costruzione" di una giacca classica. La differenza principale sta negli interni, i cosiddetti canvas, più morbidi, che rendono dunque la giacca maggiormente adatta a un utilizzo quotidiano, lontano dalla rigidezza di eventi mondani e ricevimenti. Proprio per questo motivo la giacca decostruita si è rivelata, specie negli ultimi anni, un capo d'abbigliamento apprezzato soprattutto dai giovani, desiderosi di apparire eleganti senza però rinunciare all'informalità.

Altre caratteristiche della giacca sono ad esempio il cosiddetto taschino a barchetta, vale a dire dalla forma leggermente curva e lontano dal classico taschino a filo dritto. È inoltre assente qualunque tipo di imbottitura (rollino) all'altezza delle spalline, che ricadono direttamente sulle spalle di chi la indossa. Un dettaglio che si accompagna ai quarti avanti privi di sostegno interno. Altre piccole caratterizzazioni del capo possono essere inoltre le impunture invisibili o le asole realizzate direttamente a mano.

Cerruti o Armani, la disputa sulla paternità

Nonostante siano in molti a riconoscere a Nino Cerruti la primogenitura della giacca decostruita, è noto come anche il grande Giorgio Armani abbia saputo rendere proprio il celebre capo d'abbigliamento, tanto da poter esserne considerato quasi un secondo padre. Lo stilista piacentino, scoperto proprio da Cerruti nel 1965, era infatti desideroso di poter vestire con le proprie giacche anche le donne, senza per questo intaccarne la femminilità. Su questo aspetto, Armani ebbe a dire: "Ho costruito un tipo di giacca rilassata, informale, meno rigorosa, che lascia intuire il corpo e la sua sensualità".

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x