Lunedì, 18 Ottobre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Unyli, il progetto per rivoluzionare il mondo dell’intimo

Unyli ha lanciato da qualche giorno una campagna di equity crowdfunding sulla piattaforma 200Crowd.com

Di Paolo Brambilla

30 Settembre 2021

Unyli, il progetto per rivoluzionare il mondo dell’intimo

UNYLI, IL BRAND DIVERSITY ORIENTED CHE RIVOLUZIONA IL SETTORE DELL’INTIMO

“Se ingrassi ti giudicano, se dimagrisci ti credono malata, se vesti bene sei vanitosa, se vesti male sei sciatta, se piangi fai pena, se sei disabile vieni emarginata, se dici la tua sei arrogante, se ti giustifichi sei problematica. Le persone sanno solo criticare, quindi fregatevene, rimanete chi siete e lasciate che gli altri parlino. Piuttosto imparate ad amare voi stessi per quello che siete, guardatevi allo specchio, trovate ciò che ritenete un difetto e apprezzatelo, perchè è proprio quel difetto che vi rende unici”. Queste sono le parole con cui si è conclusa la serata di presentazione di Unyli, ecommerce B2C e piattaforma multicanale per il settore dell’intimo, svoltasi il 27 settembre presso Le Village by Crédit Agricole Milano.

Unyli, diversity&inclusion

La serata ha visto protagoniste donne molto eterogenee tra loro per fisicità e fasce di età, che hanno portato in passerella alcuni dei capi presenti sullo store online, tra cui completini intimi, lingerie, pigiami e abiti easywear femminili. Durante la sfilata sono state lette le loro esperienze, i pensieri, le riflessioni sul tema diversity&inclusion a cui Unyli ha voluto dare voce e che ha guidato il posizionamento del brand sin dalla sua nascita.

“Unyli è un progetto creato per rivoluzionare il mondo dell’intimo, è un’intuizione femminile trasformata in realtà: Unyli nasce per valorizzare l’unicità di ogni donna. Siamo abituate a credere di doverci adattare all’intimo che indossiamo e, così, addirittura il 90% di noi si ritrova a indossare il reggiseno della taglia non corretta, andando incontro a una lunga serie di fastidi e disagi fisici, posturali ed emotivi. 'L’intimo perfetto per ogni forma possibile per noi non è solo un payoff ma una vera e propria missione: in questa dimensione, dove l’e-commerce rappresenta solo uno dei tasselli di un ecosistema ben più ampio, infatti, l'attenzione al bodypositive e all’inclusione guida ogni singola azione esterna ed interna dell’azienda, iniziando dal team sino ad arrivare alla selezione dei prodotti e dei progetti dedicati alla Community” dichiara Valentina Fabbri, CEO di Retail Capital.

“Siamo partiti dal problema della taglia e stiamo lavorando a un nuovo sistema in grado di risolverlo; siamo convinti che l’intimo femminile, che è spesso stato una gabbia per il corpo delle donne, possa invece essere uno strumento di benessere, di bellezza e di amore verso se stesse; per questo stiamo lavorando anche a una tecnologia proprietaria di misurazione delle forme che permetterà agli utenti di provare “virtualmente” tutti i capi presenti nei punti vendita per poter acquistare la taglia perfetta anche da casa” conclude Francesco De Paolo, COO di Retail Capital.

Equity crowdfunding

Durante la serata è stata presentata le società ad aziende del settore, potenziali partner e a tutti coloro che vorranno approfondire lo scenario di mercato e le potenzialità di investimento offerte dalla piattaforma. Unyli ha, infatti, lanciato da qualche giorno una Campagna di equity crowdfunding sulla piattaforma 200Crowd.com per attrarre nuovi investitori e finanziare la crescita della società. Il funding, online fino al 19 novembre è disponibile a questo link, dove sarà possibile investire nella società a partire da 500€.

“Il Crowdfunding è uno strumento di finanza “alternativa” e “democratica”, molto più recente, nel quale chi investe in un’iniziativa riceve in cambio una quota di azioni della società che la propone proporzionale all’investimento. In altre parole, diventa socio dell’imprenditore. I round di equity crowdfunding in Italia acquistano sempre più rilevanza rispetto a quelli di VC e BA, basti pensare che già a settembre 2021 il numero di investitori totali è superiore (11.988) rispetto a tutto il 2020 (11.881), con una media di 118 investor per Campagna (vs 97 del 2020) e €4.400 d'investimento medio (€4.000 del 2020)”  dichiara Fabio Allegreni, Partner di Crowd Advisors.

Retail Capital 

Unyli,  brand della startup innovativa Retail Capital costituita dalle imprenditrici Valentina Fabbri e Vanessa Fiore con la collaborazione dell’esperto di settore Francesco De Paolo, sta trasformando il mercato dell’intimo, creando un sistema win-win per brand, negozi e consumatrici. Unyli è, infatti, l’unico sistema multicanale in questo settore basato su un modello phygital, che integra cioè il canale offline e quello online, selezionando i brand noti o ad alto potenziale e accompagnando i retailer in un percorso di digitalizzazione omnicanale. La digitalizzazione parte dal negozio fisico, attraverso un layout innovativo e una gestione informatizzata del magazzino e della logistica, consentendo così ai retailer da un lato di ottimizzare le vendite e le scorte di magazzino e dall’altro di aver accesso al canale di vendita web, attraverso l’e-commerce di Unyli  e il servizio di personal shopping. I negozi affiliati diventano poi anche gli “hub” fisici, territoriali, presso cui vengono dirottati gli ordini raccolti attraverso lo store online.

Unyli è una realtà che unisce il mondo fisico e il mondo digitale, la boutique sotto casa e lo store online, la professionalità dei negozianti e le esigenze di ogni donna e vuole dare a ognuna l’opportunità di trovare il capo di intimo femminile perfetto per sé, avvalendosi del supporto di figure competenti e fidate e di strumenti innovativi e rivoluzionari.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x