Sabato, 20 Agosto 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Santa Margherita Ligure: la Polizia Locale e l’Agguato, il revival “I Mostri” con Ugo Tognazzi. Nell’attesa del Vigile Otello Celletti, il grande Alberto Sordi

Un film e una clip cult, che a distanza di quasi 60 anni è di piena attualità

Di LS

05 Agosto 2022

Vi ricordate il mitico film di Dino Risi del 1963, I Mostri?

E il mitico episodio de “L’Agguato”, con Ugo Tognazzi che interpretava il Vigile?

I Mostri, L'agguato: scena iconica del film di Ugo Tognazzi. VIDEO

Nella clip il Tognazzi – Vigile era nscosto dietro l’edicola e quando i poveri automobilisti si fermavano pochi secondi li davanti per comprare il giornale, spuntava fulmineo dal nascondiglio e “zac!”, compilava la multa e la posizionava sul parabrezza senza neanche farsi beccare!

E il primo dei due automobilisti multati era interpretato dal buon Mario Cecchi Gori, produttore del film stesso. 

Un film e una clip cult, che a distanza di quasi 60 anni è di piena attualità.

 

Succede, tra le varie, a Santa Margherita Ligure, rinomata e piacevole località balneare tra Portofino e Rapallo, in Liguria, in quel di Agosto.

Si passa in una via senza possibilità di parcheggio, via XXV Aprile, ci si ferma 1 minuto (uno!) al lato sul largo marciapiede alto pochi centimetri con le 4 frecce accese per caricare i bagagli (già pronti nell’androne del palazzo) insieme ai bambini, caricamento rapido, in macchina come razzi per andare via e, zac, l’Agguato!

Una vigilessa super zelante, eccessivamente, insopportabilmente, disgustosamente.

“lei è in contravvenzione”.

“gurdi che ci siamo fermati 1 minuto e stiamo già andando via”.

“non importa, siete in contravvenzione, qui non si può parcheggiare”

“guardi che non abbiamo parcheggiato, ci siamo fermati 1 minuto solo per caricare i bagagli, già pronti e lasciati dietro al portone, e con i bambini sono dovuto andare a prendere poi la macchina e portarla qui per acricare tutti i bagagli”.

“Poteva parcheggiare più avanti o in altro posto”

“dove, mi scusi. Sia dietro che davanti non ci sono zone di parcheggio, purtroppo siamo stati costretti”.

Niente.

Si fa quindi un salto al Comune di Santa Margherita, per parlare con il comandante dei Vigili, che non c’è. Ma c’è un’altra signora come responsabile di turno. Anche lei super agguerrita.

Le si spiega la situazione, ma niente.

In quel momento arriva un signore indignato per aver appena subito una multa in quanto stava facendo scendere dall’auto un disabile in carrozzella vicino allo stabilimento dove doveva andare e anche li, in quei 60 secondi, l’agguato!

Una prassi, a quanto pare.

Il signore a momenti piangeva dal disgusto. Come si fa a multare qualcuno mentre scarica un disabile in carrozzella?

Un tentativo con un dirigente, che parla con le Vigilesse. Non riesce neanche lui a penetrare l’irrazionale ostinazione di chi interpreta il servizio pubblico in modo, a modesto avviso di chi scrive, assai discutibile.

Che peccato che situazioni e luoghi bellissimi subiscano interferenze cosi forti.

E magari la prossima volta ci troveremo anche il revival de “il Vigile” di Luigi Zampa del 1960, dove il buon Otello Celletti interpretato dal grande Alberto Sordi. 

Alberto Sordi - Il Vigile

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x