Martedì, 28 Giugno 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Giorgio Armani, sorriso gentile ed eleganza senza tempo per la collezione SS23

Di Victor Venturelli

21 Giugno 2022

Giorgio Armani con la collezione Primavera Estate 23 porta a Milano, nel piccolo teatrino di Via Borgonuovo 21, un’eleganza senza tempo e un rinnovato senso di fiducia nel futuro dove ad essere protagonista è l’uomo che riscopre se stesso e il proprio senso di libertà manifestato da

Giorgio Armani, eleganza senza tempo in un deserto immaginario

L’uomo di Re Giorgio Armani da sempre incarna l’essenza dell’eleganza e del rigore, puntando su un’idea di moda che riflette l’evoluzione del tempo senza per questo snaturarsi rispetto alle origini.

Per la collezione SS23 lo stilista presenta i propri capi nella suggestiva cornice immaginaria di un deserto dove le figure dei modelli sembrano fluttuare e dove il senso di una rinnovata fiducia in sè stessi è la più chiara manifestazione di libertà.

Ecco così che la scelta dei materiali, dalla seta colorata al lino ma anche l’utilizzo di t-shirt, anticipano una leggerezza dello spirito che si riflette nel modo di vestire e nella comodità dei capi. I modelli si susseguono quasi trasportati da un senso di pace perseguendo un ideale di eleganza morbida, eterea in cui anche il casualwear sembra trovare la propria dimensione per un’estate che unisce sensualità e fascino al comfort.


Giorgio Armani, la collezione SS23 tra identità e rispetto

Giorgio Armani presenta una collezione attenta, delicata che fa del senso della misura e del rispetto i propri punti di forza. Una carezza quella di Re Giorgio che si rivolge a chi da sempre segue le sue creazioni ed è affezionato all’essenzialità e all’eleganza che da sempre contraddistinguono il marchio. Giorgio Armani riflette sul suo valore identitario presentando una palette di colori che spazia dai grigi agli azzurri pastello, in un crescendo che culmina con gli abiti della sera, completi satinati, gilet argentati e camicie bicolori, verde petrolio o ametista che incarnano perfettamente il suo ideale di moda, da sempre incontro alle esigenze quotidiane dell'uomo e alla scioltezza dei movimenti.

Il sorriso gentile di Re Giorgio Armani

I tempi cambiano, così anche la moda di Giorgio Armani. Lo fa però senza rompere con la tradizione e anzi perseguendo il concetto e il significato di eleganza, entrando più a fondo, in una dimensione più intima. A rinnovarsi infatti non è lo stile, che si evolve trovando la sua forza nel gioco equilibrato tra passato, presente e futuro e in cui gli elementi rispettano le origini del marchio (come i pantaloni che diventano più morbidi o le giacche destrutturate portate a pelle). Ad avvalorare l’intera collezione di un significato nuovo, meno tangibile, è la scelta di far sfilare i modelli con un accenno di sorriso.

Un elemento gentile, quasi naturale e mai forzato, inusuale nel mondo della moda ma che ancora una volta porta Re Giorgio ad anticipare tutti, portando l’industria fashion ad un livello più personale, meno distante, e più umano.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x