Sabato, 25 Settembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Il Verde e il Blu Festival, Giovannini (Terna): “Per gli obiettivi di decarbonizzazione serve accelerazione nelle procedure e consapevolezza dalle istituzioni”

Il Sustainability Manager Terna spiega a Il Giornale d'Italia la missione di Terna e gli investimenti per quanto riguarda l'elettrificazione da fonti rinnovabili

12 Settembre 2021

“Io sono abbastanza fiducioso e ottimista, nel senso che i programmi, i piani e soprattutto le tecnologie sono già tutte a disposizione. Ovviamente quello che serve – dichiara a Il Giornale d’Italia Roberto Giovannini, Sustainability Manager Terna - è molta volontà, politica dei cittadini e delle istituzioni, anche qui mi sento abbastanza sereno. L’Europa ci sta dando una forte spinta, come tutti sanno il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza dalla pandemia per il 40% prende risorse da aree da investire per l’ambiente e per il green. Quindi ci sono tutte le stelle riunite positivamente per un successo”.

“Terna ha una missione molto importante da questo punto di vista che ci è stata assegnata dal Governo e dal Parlamento che è quello di realizzare la decarbonizzazione, favorendo l’elettrificazione di tutto quello che si riesce ad elettrificare. Ovviamente elettricità che deve venire da fonti rinnovabili e pulite e l’Italia da questo punto di vista è un Paese che ha risorse eccezionali, abbiamo tantissimo sole e tantissimo vento, il problema è che questi sono al sud e le industrie che ne hanno bisogno sono la nord. Per questo noi dobbiamo fare degli importantissimi investimenti e li stiamo facendo non abbiamo nessun problema da questo punto di vista, per portare questa energia pulita fino a dove deve essere usata. Noi per fare questo piano di investimenti, che è quasi da 10 miliardi una somma importante, non usiamo neanche un centesimo del PNRR sono risorse già disponibili a livello nazionale. Quello che serve a Terna e che in realtà serve a tutto il Paese, se vuole raggiungere questi obiettivi di decarbonizzazione e sostenibilità è un accelerazione sul piano delle procedure e una maggiore consapevolezza da parte di tutte le istituzioni. Se abbiamo un obiettivo che è quello del 2050 non abbiamo un minuto da perdere, non si può perdere tempo in aspetti marginali, dobbiamo fare la decarbonizzazione del Paese, dobbiamo cominciare ieri”.

“Terna sta già attuando questo piano di investimenti molto importante- continua Giovannini - e siamo completamente sulla linea prevista, dal punto di vita della tempistica e degli obiettivi. Abbiamo avviato progetti molto importanti come degli elettrodotti sottomarini che collegheranno la Sicilia, alla Campania, alla Sardegna di nuovo al Continente, che permetteranno immediatamente, appena entreranno in funzione di poter chiudere alcune centrali a carbone in Sardegna ad esempio. Il Governo in questo senso come il Parlamento, perché ci vuole un impegno anche delle forze politiche, deve fare il massimo per accelerare gli iter procedurali, amministrativi e organizzativi per favorire questo processo e soprattutto deve andare avanti con determinazione, non è possibile che ci siano incertezze nel raggiungere gli obiettivi, questi sono necessari all’Europa, all’Italia e al pianeta e tutti devono essere consapevoli che devono essere raggiunti con il massimo impegno.”

ritorna all'articolo

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti