Martedì, 05 Luglio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Emanuela Basso Petrino (Fondazione Theodora): “Ricominciamo con il sostegno ai bambini in ospedale, il nostro obiettivo da 27 anni”

Emanuela Basso Petrino, Consigliere Delegato di Fondazione Theodora a Il Giornale d’Italia: “Questa è un edizione simbolica, con il pic nic di Milano sosteniamo gli ospedali del territorio per mantenere filiera breve tra donatore e beneficiario della donazione”

09 Maggio 2022

Emanuela Basso Petrino, Consigliere Delegato di Fondazione Theodora a Il Giornale d’Italia: “Questa è l’undicesima edizione del pic nic Teodora Milano quasi simbolica perché dopo due anni di pandemia, la guerra che non ci ha quasi permesso di gioire per le riaperture ed essere qui per noi oggi rappresenta un momento molto importante perché il pic nic di Theodora nasce con l’obiettivo di sostenere i bambini in ospedale e quindi garantire loro le visite dei dottor Sogni. La pandemia ha insegnato a tutti noi cosa significa stare isolati, stare da soli, la sofferenza e l’isolamento che noi abbiamo scontato nelle nostre case è stato vissuto in modo ancora più drammatico dai bambini ricoverati in ospedale.”

“Purtroppo la pandemia non ha sospeso la malattia dei bambini e durante il ricovero non potevano più ricevere le visite dei propri genitori, la scuola in ospedale e le visite dei dottor Sogni. Quel momento di evasione, di magia fa tornare i pazienti ad essere solo bambini non c’era più, oggi che stiamo tornando in presenza negli ospedali è un ritorno a casa, ci accolgono a braccia aperte i medici e gli infermieri che durante l’isolamento hanno sopperito con le loro capacità, anche al sostegno delle emozioni dei bambini. Oggi i dottor Sogni hanno ripreso l’attività di sostegno la loro attività di sostegno delle emozioni ai bambini in ospedale.

“Noi da 27 anni tutti i giorni su base settimanale, nei 42 reparti dove siamo presenti in tutta Italia, portiamo questo momento di magia ai bambini. Come se virtualmente aprissimo le porte della loro stanza e li facessimo uscire dalla loro dimensione di bambini malati per dare un momento di sollievo anche ai genitori che vivono insieme al figlio il dramma della malattia e i lunghi ricoveri in ospedale. Quindi questo è un momento gioioso e di festa che regaliamo alle famiglie e agli amici e sostenitori di Theodora, grazie a tutti i partner che ci sostengono e ci permettono di realizzare questo evento, raccogliamo fondi per gli ospedali milanesi.”

“Con il pic nic di Milano abbiamo scelto di sostenere solo gli ospedali del territorio per mantenere filiera breve tra donatore e beneficiario della donazione. Noi siamo presenti dal 1995 all’Istituto dei Tumori di Milano nel reparto di oncologia pediatrica, nell’Ospedale Vittore Buzzi dei bambini, all’ IRCCS Policlinico San Donato milanese in cadiologia e all’Istituto Besta di Milano. Sono realtà e poli di riferimento non solo per la città, per la regione ma per tutto il territorio italiano, così tutti i bimbi che sono ricoverati in questi ospedali possono beneficiare delle visite dei nostri dottor Sogni. Allo stesso modo ci auguriamo di poter ripatire con gli eventi anche nelle altre città dove Theodora è presente, speriamo di poter tenere il pic nic anche a Roma dove da diversi anni contribuiamo a continuare il lavoro anche sul territorio romano."

"C’è un grande desiderio di ritrovarsi tra amici, fare del bene perché questi eventi drammatici che hanno riguardato tutti noi, la pandemia e la guerra, io credo che abbiamo in qualche modo sollecitato la parte buona di ciascuno di noi e aiutato anche chi è meno sensibile a far venire fuori questa parte buona. Credo molto nel circolo virtuoso del bene, il pc nic di Theodora possiamo realizzarlo grazie al Comitato di Milano, allo steff della Fondazione, a tutti i volontari e ai partner che oggi partecipano e sostengono l’iniziativa e oi i nostri dottor Sogni che ritornano negli ospedali.”

 

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti