Venerdì, 03 Dicembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

BMW Italia & The European House Ambrosetti, Di Silvestre (BMW): "Necessario implementare le infrastrutture per rendere democratico lo sviluppo dell'elettrificazione"

"Portiamo avanti con convinzione questo processo di sostenibilità, di cui siamo assolutamente promotori nell'ambito dell'automotive, perché crediamo che non possa esserci un futuro senza sostenibilità"

25 Ottobre 2021

"Oggi ospitiamo una tavola rotonda in occasione del nostro Roadshow va promuove la nostra tecnologia elettrificata composta da auto elettriche ed ibride. Un Roadshow itinerante che ha toccato le città di Milano, Torino, Bari, Parma e Napoli. Oggi abbiamo mostrato il nostro approccio al tema della sostenibilità" - così Massimiliano Di Silvestre, Presidente e Amministratore Delegato di BMW Italia a Il Giornale d'Italia.

Un approccio che parte da molto lontano e che si è concretizzato nel corso degli anni con il lancio di determinati prodotti sul mercato, partendo dal 2013 con la prima compatta premium sino ad arrivare ai lanci delle prossime settimane del primo SUV completamente elettrico, della BMW X e della sportiva Gran Coupé di BMW serie 4.

Al di là di questo è anche un'occasione per sintetizzare il nostro approccio alla mobilità sostenibile che è sicuramente circolare.
Non guarda infatti solo alla fase di produzione ma anche, per esempio, al tipo di energia che i nostri impianti utilizzano.
Abbiamo, in questo senso, degli obiettivi molto sfidanti tesi alla riduzione del livello di emissioni al 2030 che possiamo riassumere con tre numeri: 80, 50, 20 riguardo la fase di produzione, utilizzo e della nostra supply chain.

Portiamo avanti con moltissima convinzione questo processo di sostenibilità, di cui siamo assolutamente promotori nell'ambito dell'automotive, perché crediamo che non possa esserci un futuro senza sostenibilità.

Deve essere portato avanti anche dagli altri stakeholder del processo con primo criterio quello dell'urgenza. Se è chiaro che le case automobilistiche, e BMW in particolare, hanno degli obiettivi stringenti che dobbiamo e vogliamo rispettare perché crediamo che non possa esserci futuro senza sostenibilità.

Dall'altro lato è ora che gli amministratori pubblici abbiamo impressi dei chiari obiettivi che sono quelli di implementare le infrastrutture che sono necessarie a rendere democratico lo sviluppo dell'elettrificazione. Perché se non lavoriamo da subito oltre che con le parole anche con i fatti per realizzare la infrastrutture diventa poi difficile scaricare a terra questo processo tecnologico che riguarda l'elettrificazione e che vai poi di fatto a migliorare la qualità della vita soprattutto delle città".

Torna all'articolo

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti