Mercoledì, 08 Dicembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

BMW Italia & The European House Ambrosetti, Luca Daniele (Telepass Pay): "Offriamo i servizi della mobilità non solo dell'auto ma dell'individuo"

L'amministratore delegato di Telepass Pay Luca Daniele a Il Giornale d'Italia: "Permettiamo ai nostri clienti di avere  tutte le possibilità per poter essere al passo con l'evoluzione ecologica della nuova città"

25 Ottobre 2021

Luca Daniele, Amministratore Delegato di Telepass Pay, ha affermato ai microfoni de Il Giornale d'Italia, in occasione dell'evento organizzato da BMW Italia & The European House Ambrosetti Innovare la mobilità individuale per accelerare la transizione ecologica delle città:

"Siamo molto attenti perché stiamo seguendo la nostra clientela, consolidata in 30 anni di storia, che guardava fondamentalmente all'auto come elemento principale della mobilità, e stiamo offrendo tutti i servizi della mobilità non solo dell'auto ma dell'individuo. Per noi è importante offrire integrando tutti gli operatori che permettano di spostarsi da un punto all'altro a seconda delle proprie esigenze a favore dei nostri clienti. Questa è la nostra nuova visione di mobilità, di cui siamo artefici da 4/5 anni a questa parte.

Come azienda, internamente, abbiamo il nostro percorso di sostenibilità, diversity, inclusione. Per quanto riguarda quello che offriamo ai nostri clienti cerchiamo di dargli tutte le possibilità di poter essere al passo con l'evoluzione ecologica della nuova città. Abbiamo aperto un servizio di ricarica elettrica offrendo più operatori al nostro cittadino, che si sposta di città in città e ha la possibilità di usufruire di quel servizio. L'abbiamo già fatto con un grande utilizzo e siamo già 20.000 transizioni al mese, questo lo stiamo regalando fino a fine anno ai nostri clienti per far scoprire nuovi modi e alternative di mobilità.

Guardare al futuro, guardarsi intorno e non essere concentrati su sé stessi. Dall'esterno vengono fuori tanti spunti di miglioramento che magari non sempre si colgono dall'interno. Noi siamo sempre pronti ad esplorare, siamo i primi clienti dei servizi che proponiamo, prima di sottoporli ai nostri clienti li andiamo a testare noi, proprio per evitare che quello che andiamo ad offrire al mercato sia difforme da quello che vorremmo noi stessi come utenti: un mondo più green, più ecologico, in cui ci si muove in modo sostenibile", conclude.

Torna all'articolo

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti