Domenica, 26 Giugno 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Eni Plenitude al Fuorisalone 2022 con Feeling the Energy, l'installazione dedicata alle molteplici forme di energia

L'Amministratore Delegato di Plenitude Stefano Goberti a Il Giornale d'Italia: "Legare la natura all'utilizzo intelligente dell'energia"

Di C.D.

07 Giugno 2022

Goberti, AD Plenitude

fonte: comunicato stampa

Plenitude presenta oggi a Milano, presso l’Orto Botanico di Brera, la propria installazione Feeling the Energy, realizzata all’interno della mostra “Design Re-Generation” organizzata dalla rivista INTERNI in occasione del FuoriSalone 2022. L’installazione, progettata dallo studio internazionale di design e innovazione CRA - Carlo Ratti Associati con la collaborazione di Italo Rota, è dedicata alle molteplici forme dell’energia.

Feeling the Energy: un viaggio multisensoriale attraverso le diverse forme di energia

Feeling the Energy è un’installazione che regala un’esperienza multisensoriale in cui l’energia che ci circonda può essere percepita in diversi modi attraverso i 5 sensi. Nel percorso dell’installazione l’energia si rivela in varie forme: dal suono, alla luce, al vento, tutto produce energia di cui beneficiamo ogni giorno nelle nostre vite. Seguendo questo percorso il visitatore potrà scoprire, ad esempio, come nasce un suono, soffiando sugli elementi della living orchestra o giocando con uno xilofono. In entrambi i casi è la vibrazione a trasmettere l'energia necessaria a produrre ciò che ascoltiamo. Proseguendo il visitatore potrà trovare le girandole che, spinte dal vento, si muovono a velocità diverse in base alla forza impressa: la stessa cosa che accade negli impianti alimentati a energia eolica. Infine, la luce del sole permette, grazie a dei pannelli fotovoltaici, di trasformare i raggi in energia elettrica, alimentando potenzialmente molti dei dispositivi che ogni giorno utilizziamo.

Il progetto utilizza 500 metri di rame antibatterico per creare un percorso lungo il quale i visitatori potranno sperimentare, attraverso dinamiche di gioco ingaggianti, diverse forme di produzione di energia sostenibile, come quella solare, eolica, il raffreddamento evaporativo e persino l’energia sonora. La mostra si snoda naturalmente attraverso i percorsi già esistenti dell’Orto Botanico di Brera e l’interazione umana è resa possibile grazie alle proprietà antibatteriche del rame, fornito per realizzare l’installazione dal produttore internazionale KME, Gruppo fra i maggiori produttori al mondo di materiali in rame e leghe di rame, da sempre orientato all’innovazione e caratterizzato da un forte impegno per la sostenibilità.

Inoltre, l’energia immagazzinata durante il giorno potrà servire per illuminare l’Orto Botanico durante le ore serali e ad alimentare dei vaporizzatori ad acqua che rinfrescheranno il clima all’interno dell’Orto, nutrendo, allo stesso tempo, le piante circostanti.

Plenitude mette al centro la singergia tra uomo e natura

Il concept dell’installazione è l’importanza della collaborazione tra le persone: è grazie alla sinergia tra gli esseri umani e la natura che si assiste infatti alla produzione di un’energia vitale in grado di muovere il nostro pianeta ogni giorno.

Ma non finisce qui: dal contatto con la natura alle città del futuro attraverso servizi sempre più futuristici e digitalizzati, come quello della mobilità elettrica, e a raccontarlo al FuoriSalone 2022 sarà Be Charge, la società di Plenitude dedicata alla diffusione delle infrastrutture di ricarica per la mobilità elettrica.

Be Charge, sarà infatti presente in via Tortona 31 con il proprio Design Hub, per scoprire La Via Elettrica e il futuro dell’e-mobility. Sarà un viaggio immersivo, durante il quale il pubblico potrà vivere i suoni di una vera smart city del futuro, divertirsi con foto e video interattivi e conoscere tutte le evoluzioni della mobilità presente e futura. Inoltre, Be Charge lancerà il primo design hackathon in movimento, in collaborazione con IED, per ridisegnare spazio e tempo della quotidianità. La partecipazione alla mostra riflette l’impegno strategico di Plenitude, Società Benefit avamposto della strategia di decarbonizzazione di Eni, di essere abilitatore della transizione energetica e raggiungere l’obiettivo di offrire il 100% di prodotti decarbonizzati ai propri clienti entro il 2040. Ad oggi, Plenitude fornisce energia a oltre 10 milioni di clienti europei e vanta un portafoglio di 1,4 GW di capacità rinnovabile in esercizio con l’obiettivo di raggiungere oltre 6 GW installati al 2025 e oltre 15 GW al 2030.

FuoriSalone 2022, Plenitude presenta "Feeling the Energy" all'Orto Botanico di Brera. LA GALLERY

GALLERY-FuoriSalone 2022, Plenitude presenta "Feeling the Energy" all'Orto Botanico di Brera. LA GALLERY

Plenitude al Fuorisalone 2022, Stefano Goberti: "Legare la natura all'utilizzo intelligente dell'energia"


VIDEO-Plenitude al Fuorisalone 2022, Stefano Goberti: "Legare la natura all'utilizzo intelligente dell'energia"

Stefano Goberti, Amministratore Delegato di Plenitude ha affermato a Il Giornale d'Italia:

"Unire la natura e l'energia che parte dalla natura è già un primo punto di contatto. Insistiamo sull'uso efficiente ed intelligente dell'energia e siamo centrali in questo momento particolare in cui si cercano fonti diversificate, efficienza energetica e quindi legare la natura alla creazione e all'utilizzo intelligente dell'energia ci sembrava il momento di contatto più adatto.

La connessione tra essere umano e natura, l'uso efficiente dell'energia, la generazione di energie alternative che ci portano verso un percorso progressivo di decarbonizzazione. Siamo vicini ai nostri clienti e insieme vogliamo raggiungere gli obiettivi di decarbonizzazione che sono importantissimi", conclude.

Plenitude, Giorgia Molajoni: "Feeling the Energy, l'energia alla base di trasformazione e rigenerazione"

VIDEO-Plenitude, Giorgia Molajoni: "Feeling the Energy, l'energia alla base di trasformazione e rigenerazione"

Giorgia Molajoni, Direttore Sustainability, Digital & Communication di Plenitude ha affermato a Il Giornale d'Italia: 

"L'installazione ci parla di energia, Feeling the Energy, perché mentre l'energia è alla base di qualunque forma di vita, di qualsiasi trasformazione e rigenerazione, che è anche il tema di questa Design Week, spesso non è visibile o comunque non ci si sofferma ad osservarla. Abbiamo costruito un percorso sensoriale dove i visitatori potranno utilizzare tutti i sensi per andare a scoprire e osservare le diverse forme di energia. Ci saranno delle parti giocose e delle parti più scientifiche e tecniche, quindi chiunque visiterà l'Orto Botanico potrà iniziare a familiarizzare con i pannelli solari, con delle turbine, con tunnel di luci e di suono. Tutte trasformazioni dell'energia che poi vengono restituite ai visitatori in forma anche di vapore e rinfrescamento.

Il tutto è stato costruito con 500 metri di rame, scelto perché si adatta benissimo ai colori dell'orto ma anche perché si tratta di un materiale antibatterico, dunque super safe in questo momento, ma anche totalmente circolare. L'installazione stessa avrà nuova vita e sarà trasportata in altri luoghi e il rame potrà essere riutilizzato.

Un'esperienza che mette in contatto l'essere umano con la natura e con l'energia. Per il visitatore è un modo emozionale di avvicinarsi a qualcosa che al momento è al centro del dibattito sociale, un qualcosa di importante che ancora molte persone percepiscono come tecnico, è un modo di avvicinarsi alla transizione energetica e dimostra come tutti noi facendo dei piccoli gesti possiamo contribuire alla rigenerazione", conclude.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x