Mercoledì, 26 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Obbligo vaccino, Speranza: "Sì, se necessario". In pratica: o lo faremo "volontariamente" o ci obbligano

Il ministro della Salute: "Valutiamo l'estensione anche ad altri ambiti del Green pass"

03 Settembre 2021

Obbligo vaccino, Speranza: "Sì, se necessario".  In pratica: o lo faremo "volontariamente" o ci obbligano

Fonte: lapresse.it

Obbligo vaccinale e Green Pass, parla il Ministro della Salute Roberto Speranza: "Due giorni fa abbiamo superato il 70% di persone vaccinabili che hanno superato il loro ciclo, ma noi vogliamo insistere, vogliamo che questo numero cresca sempre di più. Per questo valutiamo, sin dai prossimi giorni, decisioni che possano portarci all'estensione dell'utilizzo del Green pass ad altri ambiti della vita delle persone".

Ed è "per questo motivo non ci precludiamo anche la possibilità, resta una possibilità in questo momento, qualora ce ne fosse bisogno, di poter utilizzare anche l'obbligo di vaccinazione". In pratica il Ministro della Salute certifica il ricatto del Governo: o andremo a vaccinarci "volontariamente" o saremo tra un po' obbligati a farlo

Obbligo vaccino, Speranza: "Sì, se necessario"

Un obbligo, ha ricordato Speranza, "che la Costituzione consente con un'iniziativa di natura legislativa e che noi riteniamo sia uno strumento a disposizione del parlamento e del governo, ne caso in cui questo dovesse essere necessario". Speranza ha poi parlato di Draghi: "Le parole, l'impianto, la linea direttrice indicata dal presidente del Consiglio" siano "la linea giusta, che parte da una grande consapevolezza: che il Covid è ancora un nemico insidioso e che i vaccini sono lo strumento fondamentale per provare a combattere contro questo virus".

"Quindi - ha sostenuto Speranza - la nostra spinta sarà molto determinata e molto forte per far salire ancora la percentuale di italiani vaccinati".

“La proposta dell’Italia” per il G20 Salute che si apre domenica, ha detto poi a margine della firma del memorandum per la ricerca tra Italia e Usa, "è un 'Patto per Roma' che avrà come primo grande obiettivo portare il vaccino a tutte le popolazioni del mondo. I Paesi più ricchi e forti devono farsi carico di sostenere e aiutare i paesi più fragili. Il vaccino non può essere un privilegio dei Paesi più ricchi e questo è il messaggio a cui lavoreremo in questo G20".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x