Sabato, 24 Luglio 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Zona gialla, Speranza chiarisce: "Ora peserà di più tasso ricoveri"

Il ministro della Salute: "Ci ritroviamo in una fase caratterizzata da un livello importante di vaccinazione"

16 Luglio 2021

Zona gialla, Speranza chiarisce: "Ora peserà di più tasso ricoveri"

Fonte: lapresse.it

Per un eventuale passaggio in zona gialla "peserà di più il tasso dei ricoveri", afferma il ministro della Salute, Roberto Speranza, alla riunione organizzata dalla nuova presidenza slovena Ue con i ministri di Germania, Portogallo e Slovenia. "In una fase caratterizzata da un livello importante di vaccinazione" contro il Covid, "è ragionevole che nei cambi di colore e nelle conseguenti misure di contenimento pesi di più il tasso di ospedalizzazione rispetto agli altri indicatori", spiega.

Zona gialla, Speranza chiarisce: "Ora peserà di più tasso ricoveri"

In Italia l'indice Rt è a 0.91, in aumento rispetto alla scorsa settimana quando si attestava a 0.66. Lo ha appreso l'Adnkronos Salute dalla riunione della cabina di regia per il monitoraggio Covid. In crescita la circolazione della variante Delta, si sottolinea nella bozza del report Iss-ministero della Salute. "Il quadro generale della trasmissione dell’infezione da Sars-CoV-2 torna a peggiorare nel Paese con quasi tutte le Regioni e province autonome classificate a rischio epidemico moderato" rimarcano gli esperti nella bozza del report con i dati del monitoraggio relativo alla settimana 5-11 luglio. "Sono 19 le Regioni e le Province autonome classificate a rischio moderato e due (Trento e Valle D’Aosta) a rischio basso".

"L’impatto della malattia Covid-19 sui servizi ospedalieri - dicono gli esperti - rimane minimo con tassi di occupazione in area medica e terapia intensiva ancora in lieve diminuzione". "La trasmissibilità sui soli casi sintomatici aumenta rispetto alla settimana precedente, sebbene sotto la soglia epidemica, espressione - spiegano ancora - di un aumento della circolazione virale principalmente in soggetti giovani e più frequentemente asintomatici".

E infine: "Nessuna Regione o provincia autonoma supera la soglia critica di occupazione dei posti letto in terapia intensiva o area medica. Il tasso di occupazione in terapia intensiva è 2%, con una diminuzione nel numero di persone ricoverate che passa da 187 (al 6 luglio) a 157 (al 13 luglio). Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale rimane al 2%. Il numero di persone ricoverate in queste aree passa da 1.271 (6 luglio) a 1.128 (13 luglio)".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x