Mercoledì, 18 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Quanto guadagna Elisabetta Casellati, stipendio e patrimonio della Presidente del Senato

Elisabetta Casellati è in corsa per il Quirinale: scopriamo il suo stipendio e il suo patrimonio

28 Gennaio 2022

Quirinale, bookmakers sicuri: Berlusconi ha zero chance. Sale l'ipotesi Casellati

Elisabetta Casellati (foto LaPresse)

Elisabetta Casellati è la Presidente del Senato nella XVIII legislatura: scopriamo stipendio e patrimonio. Il suo nome risuona in questi giorni nei corridoi e nell'Aula della Camera per le elezioni del Presidente della Repubblica. Non si esclude che possa essere proprio lei il nuovo Capo dello Stato dopo Sergio Mattarella.

Quanto guadagna Elisabetta Casellati

Il suo nome completo è Maria Elisabetta Alberti Casellati. Tutti ora la conoscono per il suo ruolo di Presidente del Senato nella XVIII legislatura. Ricoprendo questa carica ha battuto un record in Italia. L’esponente di Forza Italia è la prima donna a guidare il Senato della Repubblica.

Scopriamo tutto su di lei, dalla biografia allo stipendio e ai guadagni ottenuti da Presidente del Senato.

La prima donna a diventare Presidente del Senato

Elisabetta Casellati è nata a Rovigo il 12 ottobre del 1946. La sua è una famiglia nobile di rango marchionale. Il padre un partigiano di idee liberali. La Presidente del Senato è sposata con l’avvocato Giambattista Casellati. Da lui ha preso il cognome. La coppia ha due figli: Ludovica che fa la giornalista e Alvise che è avvocato e direttore d’orchestra.

La Presidente del Senato ha lasciato Rovigo per trasferirsi a Padova. Si è laureata in Giurisprudenza presso l’Università di Ferrara e poi in Diritto Canonico alla Pontificia Università Lateranense.

Terminati gli studi si è iscritta all’albo dell’ordine degli avvocati. Ha però anche sviluppato una forte passione per la politica. Fin dalla sua fondazione nel 1994 ha aderito a Forza Italia. Proprio tra le fila di questo partito è stata eletta senatrice.

Nel 1996 però non venne eletta. In tutti gli altri periodi invece Maria Elisabetta Alberti Casellati ha sempre avuto il ruolo di senatrice nelle legislature della cosiddetta Seconda Repubblica. Inoltre è sempre rimasta tra i ranghi di Forza Italia. Nell’ultimo governo Berlusconi ha rivestito anche il ruolo di sottosegretaria alla Giustizia. Il periodo va dal 2008 al 2011.

Nel settembre del 2014 è stata nominata come membro del Consiglio Superiore della Magistratura. Poi è diventata Presidente del Senato. Lei è la prima donna a ricoprire tale ruolo. Ma quanto guadagna per fare questo lavoro? 

Stipendio e patrimonio

Elisabetta Casellati in questi giorni è in corsa al Quirinale. Il centrodestra punterebbe su lei per la Presidenza della Repubblica. I riflettori sono puntati su di lei e tutti ora vogliono conoscerla meglio. Quanto guadagna Elisabetta Casellati nel ruolo di Presidente del Senato? Qual è il suo stipendio?

Come il Capo dello Stato, anche chi guida il Senato deve rispettare un tetto dei 240.000 euro annui. tale soglia è quella imposta a tutti i dipendenti pubblici.

Scopriamo quali sono i guadagni della seconda carica dello Stato, dallo stipendio mensile al compenso annuo.

Lo stipendio di Elisabetta Casellati nel dettaglio

La Presidente del Senato riceve una indennità di parlamentare del valore di 5.000 euro. La diaria è di 3.503 euro. C'è poi un rimborso spese di 3.690 euro. Infine una indennità d’ufficio di 4.223 euro. Elisabetta Casellati percepisce in totale mensilmente 16.416 euro. Il totale complessivo annuo del suo stipendio è dunque di 196.992 euro. I suoi guadagni rientrano dunque all'interno della soglia dei 240mila euro imposti per legge.

La dichiarazione dei redditi 2020

Nella dichiarazione dei redditi del 2021, che si riferisce al 2020 come periodo di imposta, Elisabetta Casellati ha dichiarato un reddito imponibile pari a 255.970 euro.

Nella dichiarazione dei redditi del 2018, che si riferiva all'anno 2017, aveva dichiarato un reddito imponibile di 414.216 euro. In quel periodo però era anche membro del Consiglio Superiore della Magistratura. 

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x