Domenica, 29 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Quirinale, Di Battista è sicuro: "Mario Draghi sarà il prossimo Presidente della Repubblica"

Intervenuto su La7 a DiMartedì l'ex 5Stelle si dice sicuro che il prossimo Presidente della Repubblica sia un affare scontato. E dice che Berlusconi: è "sul viale del tramonto"

19 Gennaio 2022

M5s,  Di Battista: "Ritorno per Conte?

Alessandro Di Battista (fonte foto LaPresse)

Alessandro Di Battista parla a La7 ospite della trasmissione Di Martedì con Giovanni Floris: "Draghi sarà Presidente della Repubblica". Non Berlusconi sicuramente che si trova "sul viale del tramonto" politico. Pochi giorni prima, sempre su La7, Di Battista aveva espresso il suo accorato supporto alla candidatura del giurista costituzionalista Gustavo Zagrebelsky. E sul possibile bis dell'attuale Presidente: "Sarebbe drammatico qualora Mattarella si prestasse ad una manovra di palazzo".

Di Battista su Draghi

"Forse sbaglierò, ma il prossimo Presidente della Repubblica sarà Mario Draghi", ha dichiarato l'ex 5 Stelle. Un nome che però è ben lontano dall'essere uno dei suoi nomi preferiti. Pochi giorni fa Di Battista aveva identificato, sempre su La7 a Omnibus, il suo candidato ideale, Gustavo Zagrebelsky: "Io ho sempre considerato il Presidente della Repubblica come il principale custode della Costituzione. E ho visto negli ultimi anni che Zagrebelsky ha difesa la Costituzione". 
"L'ha detto a Conte", chiede la conduttrice. "No, ma l'ho detto pubblicamente".

Il futuro di Berlusconi

Ma l'opinione più forte Di Battista, come spesso avviene la riserva per l'ex Cavaliere Silvio Berlusconi: "Per molti era un politico finito ma la verità è che sta governando, è stato riportato al governo per me anche da quella scelta scellerata del M5S di sostenere il governo Draghi. In questo paese Berlusconi, condannato per frode fiscale, può fare il Capo dello Stato. Il messaggio che si lancia agli italiani con la sua candidatura, di una persona che ha finanziato Cosa Nostra, per me è veramente devastante, e secondo me indebolisce politicamente Giorgia Meloni e Matteo Salvini, i quali l’hanno accettata forse per rispetto nei confronti dell’anziano alleato ma anche per timore che possa spaccare il fronte del centrodestra magari sostenendo Mario Draghi, come per me succederà."

Conclude: "È avvilente parlare ancora di Berlusconi e questo perché non sarà presidente della Repubblica"

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x