Giovedì, 27 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Quirinale, Berlusconi non si fa da parte: quante possibilità ha davvero di essere eletto

Mentre i suoi alleati più fidati lo scaricano (vedi Gianni Letta), Berlusconi non si fa da parte e fa di tutto per arrivare al Quirinale. A che punto siamo e quante possibilità ha di farcela?

14 Gennaio 2022

Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi (foto LaPresse)

Quello che è stato preso da molti come uno scherzo non lo è per il diretto interessato: Silvio Berlusconi al Quirinale. Il desiderio che l'ex cavaliere ha sempre avuto e l'ultimo tentativo per arrivarci. Quante possibilità ci sono che si concretizzi davvero? Molto poche stando alla stragrande maggioranza degli analisti politici. E poco potrebbe servire l'infinito lavoro telefonico del fido Vittorio Sgarbi. Ma se gli ultimi anni hanno insegnato qualcosa è che non bisogna prendere sottogamba nessuno scenario, anche il più impensabile. E a dieci giorni dalla prima votazione per il colle è giunto il momento di fare il punto.

Berlusconi al Quirinale, chi è per il no

Non sorprende che un personaggio divisivo come Berlusconi abbia polarizzato il dibattito anche per quest'ultimo voto sulla sua popolarità. Proprio per questo ciò che sorprende di più è la velata disapprovazione della sua mosse da parte di alcuni dei suoi alleati storici. Ultimo in ordine di tempo: Gianni Letta. Nel corso del funerale di David Sassoli, Presidente del Parlamento Europeo, ha avuto modo di affermare alla stampa: "Il clima che si respirava in Parlamento l'altro giorno, quando è stato commemorato, era veramente straordinario, di serenità e armonia, di desiderio da tutte le parti di contribuire a guardare gli interessi del Paese e non alle differenze di parte. Una grande lezione, un grande contributo. Se con lo stesso clima i Grandi elettori, i parlamentari e non, procedessero all'elezione del presidente della Repubblica, David avrebbe un grandissimo merito." 

Insomma appare non troppo complicato intendere che Letta faccia proprio riferimento alla candidatura di Berlusconi. Un altro no, atteso anch'esso, è arrivato da Giuseppe Conte, leader M5S. Che dopo qualche tentennamento iniziale ha così sentenziato: "La candidatura del presidente di Forza Italia Silvio Berlusconi è per noi una proposta irricevibile". I numeri cominciano così a scarseggiare. Sperare in un appoggio del Partito Democratico sembra anche troppo, e il silenzio del partito guidato da Enrico Letta degli ultimi giorni è da intendersi solo come strategia per mettere i bastoni fra le ruote alla controparte politica. 

Berlusconi al Quirinale, le manovre per il sì

Il punto è proprio che questa sembra un'impresa titanica anche per uno come Berlusconi. In molti fanno riferimento al periodo precedente la caduta del secondo governo Prodi, quando l'ex cavaliere fu in grado di trovare numerosi appoggi fra le fila del centro-sinistra. Ma anche in casi di mozioni di sfiducia conquistate all'ultimo parlamentare, grazie ad un meticoloso (e a tratti oscuro) lavoro di "convincimento". Potrebbe ripetersi ancora? Forse, ma di sicuro bisognerà aspettare la quarta votazione. L'alleato Matteo Salvini a parole si mostra pronto a sostenere il leader di Forza Italia: "Centrodestra compatto sul suo nome". Ma alle spalle appare probabile stia architettando qualcosa. In molti nella sua compagine politica stanno cominciando a parlare di Marcello Pera come nuovo papabile per il Quirinale qualora la candidatura di Berlusconi, come probabile, naufragasse.

Nel mentre il sodale Vittorio Sgarbi sta lavorando senza sosta: "Stiamo verificando i 'numeri' in Parlamento. Allo stato, sono dieci i 'nuovi acquisti' pronti a votare Silvio", ha dichiarato il critico. Ma anche lui è pronto al piano B: "Lo ripeto: io lo aiuterò a trovare consensi come acchiappa farfalle, visto la volatilità che c'è soprattutto tra i 5 stelle, ma quando mi renderò conto che i numeri non ci sono, non lo farò andare a sbattere contro un muro e gli consiglierò di fare un passo di lato".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x