Domenica, 05 Dicembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Ballottaggio elezioni Comunali Roma: exit poll e proiezioni, risultati in diretta

Gli exit poll e le proiezioni sul ballottaggio tra Roberto Gualtieri e Enrico Michetti: dati e risultati in diretta. Gualtieri intorno al 60%, Michetti poco sopra il 40%

18 Ottobre 2021

Ballottaggio elezioni Comunali Roma: exit poll e proiezioni, risultati in diretta

Fonte: lapresse.it

Alle 15 di lunedì 18 ottobre i primi exit poll e le prime proiezioni sul ballottaggio alle elezioni comunali di Roma hanno subito dato vincitoreRoberto Gualtieri su Enrico Michetti. Le recenti elezioni sono state segnate da un'affluenza piuttosto bassa. Alle 15 è iniziato lo spoglio delle schede. Roberto Gualtieri è però già sicuro di aver vinto su Enrico Michetti. Anzi, il candidato di centrosinistra avrebbe stravinto, dato che ha soglia 60% di consensi.

Ballottaggio elezioni Comunali Roma: diretta exit poll e proiezioni

Il ballottaggio tra Roberto Gualtieri ed Enrico Michetti è stato vinto dal primo. Il centrosinistra già festeggia per le strade della capitale. L'ex Ministro dell'Economia ha toccato la soglia del 60% dei consensi, mentre il candidato del centrodestra si è fermato al 40%.

Al primo turno il candidato del Centrodestra Enrico Michetti (30%) aveva superato il candidato del centrosinistra Roberto Gualtieri (25%). Notevolmente staccati Virginia Raggi e Carlo Calenda. Addirittura, tra i principali candidati, Virginia Raggi - sindaca uscente M5s - era arrivata, nelle preferenze, al quarto posto, essendo stata superata anche dal leader di Azione.

A Roma la campagna la campagna elettorale è durata un anno. Da quando, a metà agosto 2020, dopo la prima ondata della pandemia di Covid Virginia Raggi annunciò che intendeva ricandidarsi. Nel frattempo a ottobre dello scorso anno è sceso in campo anche Carlo Calenda. Poi è cambiato governo, la guida del Pd è passata da Nicola Zingaretti ad Enrico Letta e quella del M5s dalla reggenza alle leadership dell'ex premier Giuseppe Conte.

Chi è Enrico Michetti: partito, moglie, figli, vita privata

Enrico Michetti è nato nel marzo del 1966. Ha 55 anni ed è del segno zodiacale dei pesci. Fino a quattro mesi fa il suo nome era sconosciuto a molti. Da quando però è stato selezionato per il ruolo di candidato sindaco ha Roma tutti hanno iniziato a chiedersi: "Chi è Enrico Michetti?". Anche per questo lo slogan principale della sua campagna è stato "Michetti chi?".

Michetti è un avvocato amministrativista con una lunga carriera alle spalle in questo ambito. Ha svolto questa attività soprattutto a servizio degli enti locali e nel 2017 ha ottenuto il riconoscimento di cavaliere al merito della Repubblica, consegnato dal Capo dello Stato Sergio Mattarella su proposta del premier di allora, Paolo Gentiloni. Professore di diritto, avvocato e grande conoscitore dell’amministrazione romana, Enrico Michetti ha fondato la Gazzetta Amministrativa, un portale privato di supporto alle pubbliche amministrazioni, di cui è direttore. Uno degli obiettivi principali della sua attività consiste nello snellimento del corpus normativo che regola l’attività degli enti locali. A Roma si è fatto conoscere grazie al programma radiofonico su Radio Radio.

Enrico Michetti ha una moglie e due figli. Vive a Monteverde Nuovo. Il candidato sindaco a Roma ha anche due grandi passioni: lo sport e la storia romana. Michetti è un appassionato della Lazio. Pratica il paddle e fa lunghe passeggiate in bicicletta. Ama inoltre la storia romana. le frequenti citazioni di Ottaviano Augusto gli hanno anche portato l’appellativo di "tribuno".

Chi è Roberto Gualtieri: moglie, figli e dove abita

Roberto Gualtieri è stato, dal 7 giugno 2009 al 5 settembre 2019, deputato europeo del Partito Democratico, presiedendo la Commissione per i problemi economici e monetari dal 2014 sino alla sua nomina a ministro. È inoltre stato ministro dell'economia e delle finanze dal 5 settembre 2019 al 13 febbraio 2021 ed è stato eletto deputato il 1º marzo 2020 in occasione delle elezioni suppletive convocate al fine di colmare il seggio lasciato vacante da Paolo Gentiloni dopo la sua nomina a commissario europeo.

Roberto Gualtieri ha conseguito il dottorato di ricerca in Scienze storiche alla Scuola Superiore di Studi Storici di San Marino. È professore associato di Storia contemporanea all'Università degli Studi di Roma "La Sapienza" ed è vicedirettore della Fondazione Istituto Gramsci. Gualtieri è stato iscritto alla Federazione Giovanile Comunista Italiana, nel 1985 aveva anche preso la tessera del Partito e in seguito ha militato per anni nei Democratici di Sinistra.

Il 5 settembre 2019 è diventato ministro dell'Economia e delle Finanze nel governo Conte II, succedendo a Giovanni Tria. Contemporaneamente si era dimesso da europarlamentare. Tra i principali provvedimenti vi è un inasprimento delle pene per i grandi evasori e l'introduzione del cosiddetto piano Cashless, con l’obiettivo di aumentare i pagamenti elettronici anche attraverso l'introduzione di sanzioni per la mancata accettazione dei pagamenti con carte di credito o carta di debito.

 

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x