Venerdì, 28 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Ruby Ter, Prodi dà ragione all'eterno rivale Berlusconi: "Perizia psichiatrica una follia"

L'ex premier Romano Prodi ha mostrato solidarietà nei confronti di Silvio Berlusconi in merito alla decisione dei giudici di sottoporlo a perizia psichiatrica

21 Settembre 2021

Ruby Ter, Prodi dà ragione all'eterno rivale Berlusconi: "Perizia psichiatrica una follia"

Fonte: lapresse.it

Silvio Berlusconi si è sottratto alla decisione dei giudici che volevano sottoporlo a perizia psichiatrica nell’ambito del processo Ruby Ter, e il suo ex rivale di tante battaglie elettorali Romano Prodi gli ha dato ragione. Il cav aveva parlato di una decisione dei giudici "lesiva della mia storia e della mia onorabilità", e un "evidente pregiudizio nei miei confronti". Sul tema si è espresso poi appunto anche il fondatore dell'Ulivo Romano Prodi, intervistato nel corso della cerimonia di consegna del Premio Cavour.

Ruby Ter, Prodi dà ragione rivale Berlusconi: "Perizia psichiatrica è follia"

"Proporre una perizia psichiatrica per Berlusconi è una delle ennesime follie dell’Italia", ha dichiarato l'ex Premier Romano Prodi, come riporta SkyTg24. ma non solo Prodi, anche il leader di Italia viva Matteo Renzi si è recentemente schierato in favore del Cav, parlando di persecuzione. "Non si fa altro che confermare che in questi anni c’è stata una persecuzione: non potrei definire altrimenti la perizia psichiatrica per un signore di 85 anni - aggiunge Renzi -. Giusto che Berlusconi presenti ricorso, e alla sinistra dico: arriverà il momento di dare un giudizio politico sulla sua vicenda senza cercare di combatterlo per via giudiziaria".

Per i giudici che si stanno occupato del Ruby Ter era “indispensabile un accertamento peritale tecnico per poter prendere una decisione motivata e ragionata" in merito alla continuazione del processo. Perizia che, dopo la replica di Berlusconi, però, non si farà.

Prodi dà ragione a Berlusconi, no alla perizia psichiatrica

"La decisione di sottopormi a perizia non solo medico-legale e cardiologica, ma anche psichiatrica, appare al di fuori di ogni logica e del tutto incongrua rispetto alla mia storia e al mio presente". Sono state queste le parole scritte da Berlusconi, che non ha peso tempo, uscendo allo scoperto a sorpresa, con una presa di posizione netta. 

"L'ipotesi di sottopormi ad un ampia ed illimitata perizia psichiatrica da parte del Tribunale - prosegue Berlusconi - dimostra, per ciò che ho fatto nella vita in molteplici settori tra cui l'imprenditoria, lo sport e la politica, un evidente e incredibile stravolgimento della realtà nell'ambito di questo ingiusto processo. Non posso accettare quindi tale decisione, che è lesiva della mia storia e della mia onorabilità".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x