Mercoledì, 22 Settembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Riforma Giustizia, M5s si vanta di meriti che non ha: "Impedito sacche di impunità"

Lo hanno affermato i componenti del Movimento 5 Stelle nella commissione Giustizia del Senato

30 Luglio 2021

Riforma Giustizia, M5s si vanta di meriti che non ha: "Impedito sacche di impunità"

Fonte: lapresse.it

Sulla riforma della Giustizia, "grazie alla determinazione del Movimento 5 Stelle e all'instancabile lavoro di Giuseppe Conte abbiamo ottenuto modifiche importanti alla riforma del processo penale, per scongiurare almeno i pericoli più gravi, ossia quelli di mandare al macero migliaia di processi per reati gravi e odiosi". Queste la parole autocelebrative di alcuni componenti del Movimento 5 Stelle nella commissione Giustizia del Senato.

Riforma Giustizia, M5s: "Impedito sacche di impunità"

"La riforma così come predisposta dalla ministra Cartabia - hanno aggiunto i grillini - non era una buona riforma, e non lo afferma il M5S, ma gli addetti ai lavori, a partire dal pronunciamento del Csm per arrivare ad autorevoli penalisti e magistrati. Allontaniamo così l'incubo di assistere ad una serie di procedimenti conclusi nell'impunità. Abbiamo ottenuto che non siano prescrittibili i reati per mafia e terrorismo, così come ci sarà molto più tempo per perseguire quelli anche solo collegati alla mafia". "Inoltre, il collegio giudicante potrà prorogare il tempo massimo per il processo d'appello in considerazione della complessità del procedimento, come è giusto che sia", aggiungono i senatori pentastellati.

"Infine, si prevede un regime diverso anche per i reati di violenza sessuale aggravati, anche quelli non finiranno nel nulla. Sono cambiamenti decisivi, che non sarebbero stati introdotti senza il M5S. Siamo del tutto soddisfatti? No, perché escludere i reati di mafia e gli altri reati più odiosi e allarmanti doveva essere automatico, e non avvenire a seguito di una negoziazione serrata. Ma almeno adesso per i cittadini sarà più chiaro capire quali forze politiche tentano di reintrodurre sacche di impunità legalizzata e chi invece si batte per salvaguardare davvero il diritto di ottenere giustizia", hanno concluso dal M5S.

Giustizia, Di Battista: "Resta legge salva-politici anche con modifiche"

"Leggo che probabilmente verranno esclusi i reati di mafia da questo meccanismo - scrive sul suo profilo Facebook intanto Alessandro Di Battista - . Ergo non sarà più una legge salva-mafiosi ma (salvo la cancellazione dell'improcedibilità stessa) resterà una legge salva-ladri, salva-colletti bianchi, salva-potenti e, soprattutto, salva-politici. Sono infatti pochi i politici condannati per reati connessi alla mafia (benché esistano pensate a Cosentino, Dell'Utri, D'Alì). Solitamente i politici che commettono reati, rubano, corrompono, si lasciano corrompere, fanno traffico di influenze, abusano del proprio potere, aiutano gli amici negli appalti, organizzano frodi fiscali, si fanno finanziare illecitamente".

"Ecco io ritengo che il meccanismo dell'improcedibiltà (con la scusa dei processi lunghi) sia stato pensato per salvare illustri e flaccide natiche. E avallare questa porcata nonostante sia un po' meno sudicia è un grande errore. Un errore che farà felice i Berlusconi e gli innumerevoli "berluschini" d'Italia. Per essere chiari (e mi scuso per il turpiloquio ma a volte è necessario) se a 100 kg di merda vengono tolti 20 kg sempre 80 kg restano. E sempre me**a è!", ha concluso Alessandro Di Battista.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x