Lunedì, 20 Settembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Elezioni Roma, volano stracci tra Gualtieri e Calenda: Michetti abbandona incontro per protesta

"Sei cerchiobottista nel dare colpa uguale a Comune e Regione", ha attaccato Gualtieri. Calenda: "Mi hanno detto tante cose, ma cerchiobottista mai"

30 Luglio 2021

Elezioni Roma, volano gli stracci tra Gualtieri e Calenda: Michetti se ne va per protesta

Fonte: lapresse.it

Volano gli stracci al primo confronto tra i candidati sindaci di Roma, dove presto andranno in scena le prossime elezioni amministrative. Poco prima che finisse il dibattito alla Casa dell'Architettura c'è stato un colorito botta e risposta tra Roberto Gualtieri e Carlo Calenda. Inoltre, per protesta, il candidato del centrodestra Enrico Michetti se ne è andato dal palco abbandonando l'appuntamento in anticipo.

Elezioni Roma, Gualtieri prende in giro Calenda: "Cerchiobottista"

"Sei cerchiobottista nel dare colpa uguale a Comune e Regione", ha attaccato Gualtieri facendo riferimento al tema dei rifiuti. "Trovo singolare l'atteggiamento - ha poi spiegato - nel dare la stessa responsabilità a Regione e Comune di Roma sul tema dei rifiuti, è una furbizia politico-elettorale". Calenda ha quindi ribattuto: "Io ho detto che la crisi dei rifiuti è responsabilità anche della Regione Lazio, che non ha sufficienti impianti. Poi Gualtieri si è innervosito perché ho detto che la Roma Lido ha avuto negli anni 180 mln e vanno chiarite le responsabilità di Comune e Regione". "Mi hanno detto tante cose, ma cerchiobottista mai", ha poi commentato ai giornalisti.

Davanti allo scambio di insulti e battute di bassa lega tra i due, il candidato del centrodestra Enrico Michetti ha lasciato il palco per protesta. "Se è rissa, io me ne vado", ha detto l'esponente di Fratelli d'Italia. "Se si hanno cinque minuti per uno si rispettano le regole e ognuno esprime la sua posizione - ha poi spiegato ai cronisti prima di lasciare la Casa dell'Architettura - Se diventa un contraddittorio dal quale si è esclusi...".

Al candidato del centrodestra Enrico Michetti che aveva evocato l'Antica Roma, dove "tutto era costruito in ragione del cittadino, i ponti, gli acquedotti, gli anfiteatri. Bisogna pacificare, serve dialogo, collaborazione, al centro c'è il destino del cittadino di Roma", ha risposto il candidato del centrosinistra Roberto Gualtieri ("non abbiamo l'ambizione di ricostruire l'Impero romano..."). Poi l'ex Ministro dell'economia se l'è presa co l'attuale sindaca uscente: "Virginia i fatti parlano da soli e i soldi persi per l'imperizia e l'incapacità di progettazione".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x