Venerdì, 30 Luglio 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

M5s, fuga anche verso il nuovo IDV. Progetto anti Draghi con Lannutti, Trenta e...

Ritorna l'Italia dei Valori, il partito che fu di Antonio Di Pietro. E assorbe subito alcuni transfughi del caos del Movimento Cinque Stelle. Tra di loro an che Elio Lannutti e l'ex ministra Elisabetta Trenta. Ecco il programma (anti Draghi)

01 Luglio 2021

M5s, anche Trenta lascia la nave che affonda: "Mai stati casa della trasparenza"

Fonte: lapresse.it

Italia dei Valori 2, la vendetta. Rinasce il partito che fu di Antonio Di Pietro, l'ex pm di Mani Pulite protagonista della politica italiana per poco meno di 20 anni. Ora il marchio dell'IDV viene riesumato e attira subito l'attenzione di diversi membri del Movimento Cinque Stelle, delusi dallo scontro tra Beppe Grillo e Giuseppe Conte e in generale dalla tendenza del M5s, molto diversa da quella iniziale.

Nuovo IDV, entrano subito anche transfughi M5s

A dare vita al nuovo progetto è il segretario Ignazio Messina, insieme alla deputata Piera Aiello, i testimoni di giustizia Pino Masciari e Ignazio Cutrò e la consigliera comunale di Roma Capitale Monica Montella. Già due importanti transfughi del M5s hanno aderito al progetto. In primis il senatore Elio Lannutti, per il quale si tratta di un ritorno a casa visto che faceva già parte dell'IDV originario. E poi c'è Elisabetta Trenta, ex ministra della Difesa targata M5s.

Il programma del nuovo IDV: legalità e anti Draghi

Il programma, come era in principio, sarà centrato in particolare sui temi di giustizia e legalità "Oggi l'attenzione sui temi della legalità, da sempre terreno fertile intorno a cui l'Idv ha costruito tutte le sue politiche, si è abbassata. Eppure l'enorme quantità di risorse economiche del Recovery Fund rende più che mai necessario un rilancio della cultura della legalità, a supporto dell'economia sana e della difesa del lavoro" ha non a caso dichiarato l'avvocato Sergio Scicchitano, legale del partito. "Solo così si potrà impedire alla criminalità di prendere il sopravvento".

Elio Lannutti: "Ritorno a casa"

Elio Lannutti ha parlato di "un ritorno a casa", chiarendo subito che la linea dell'IDV sarà apertamente ostile al governo guiato da Mario Draghi. "Questo governo è l'assembramento dei peggiori, il governo della restaurazione", dice Lannutti. "Non potevo votare la fiducia al macellaio della Troika", dice ricordando la sua espulsione dal movimento. "Questo - accusa ancora - è un governo che obbedisce alla destra peggiore, alla Lega e anche a Fdi". 

L'ex ministra Trenta attacca il M5s

Elisabetta Trenta non ha risparmiato qualche frecciata al M5s: "Credo che sia un grande problema per il paese ogni volta che un partito si disgrega su se stesso, perché ciò significa perdere un pezzetto di democrazia. Ho seguito finché ho potuto e ho cercato di dare il mio contributo al rafforzamento del Movimento 5 Stelle, ma quando ho capito che non c'era né lo spazio né la possibilità ho deciso di mettermi a lavorare con chi nel passato ha fatto un pezzo della storia d'Italia ed ha ancora tutte le risorse per continuare a farlo". Per fare poi un paragone tra IDV e M5s: "L'IDV ha un'organizzazione, che sarà il nostro punto di forza, quella che il Movimento non si è voluto dare". 

Di Pietro: "IDV punto di riferimento per chi non piega la schiena"

Sono arrivati anche gli auguri di Di Pietro, il leader della prima versione del partito. "Si tratta di un progetto politico che può rappresentare ancora oggi il punto di riferimento per tutti quei cittadini che non vogliono piegare la schiena", ha detto l'ex pm. "Io ho settanta anni suonati e ho deciso di mettermi da parte per impegni personali presi con la mia famiglia e per la necessità di un ricambio generazionale". 

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x