Domenica, 01 Agosto 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Elezioni Milano 2021, caos centrodestra. "Si candidi Salvini". Ma è stallo

Il leader della Lega continua a premere per il ticket con l'ex sindaco ma il centrodestra non riesce ancora a trovare un accordo su chi presentare alle comunali

25 Giugno 2021

Attacco in Congo, Salvini

Matteo Salvini (fonte foto Lapresse)

Stallo totale. Il centrodestra si è impantanato sulle elezioni comunali di Milano. Dopo la rinuncia di Gabriele Albertini e la corsa mancata di Oscar di Montigny, entrambi i candidati ideali indicati da Matteo Salvini si sono tirati fuori dalla corsa. Una brutta gatta da pelare per il leader del Carroccio, che ora si trova in difficoltà nell'individuare il possibile sostituto.

Centrodestra, stallo sul candidato a Milano

Il segretario leghista professa ottimismo e, rinviato alla prossima settimana il vertice con gli altri leader del centrodestra sulle candidature, si dice convinto di poter offrire alla sua città "una squadra vincente" in poco tempo. Ma i dubbi restano e allo stato nuovi nomi di candidati civici non sono emersi, né nel partito, né tra gli alleati. Molto probabile che Salvini lavori al dossier durante il fine settimana.

Dopo i no di Albertini e di Montigny c'è l'opzione Lupi

Certo che dopo essere stato scottato sui nomi di Albertini e di Montigny, Salvini farà più attenzione nel proporre nomi in modo esplicito. C'è sempre l'opzione di candidare un politico, come Maurizio Lupi, anche se al momento Salvini continua a escluderlo. E si prosegue semmai a cercare un civico da candidare in ticket con Albertini come vice.

La provocazione: e se il sindaco lo facesse Salvini?

Un altro ex candidato, il manager del gruppo Pellegrini, Roberto Rasia dal Polo, ha lanciato una provocazione: "Salvini è l'unico nome grosso che a questo punto potrebbe rovesciare il tavolo da gioco, scompigliando tutto e tutti. Chi nel centrodestra può dire di no a Salvini?", ha detto Rasia, invitando il capo della Lega a candidarsi a sindaco.

Salvini torna in Consiglio comunale

Un appello al quale però Salvini non potrà che rispondere no. Troppo alte le ambizioni del leader leghista per proporsi come primo cittadino, seppur della sua Milano. Probabile, semmai, che lo stesso Salvini si candidi per il consiglio comunale e sarebbe un ritorno dopo circa 25 anni di militanza. Ma intanto c'è da sbrogliare la matassa del candidato di centrodestra, che si sta intricando sempre di più.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x