Venerdì, 05 Marzo 2021

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Alessandro di battista lascia il M5s, è ufficiale: l'ex deputato non è più iscritto

La decisione è stata presa dopo il voto su Rousseau dello scorso 11 febbraio con cui la base pentastellata ha dato il suo via libera al governo Draghi

23 Febbraio 2021

Alessandro di battista lascia il M5s,

Fonte: lapresse.it

Alessandro Di Battista lascia ufficialmente il M5s. Da ieri, lunedì 22 febbraio, l'ex parlamentare grillino non risulta più iscritto al Movimento 5 Stelle. La decisione è stata presa dopo il voto su Rousseau dello scorso 11 febbraio con cui la base pentastellata ha dato il suo via libera all'ingresso del partito fondato da Beppe Grillo nel governo targato Mario Draghi. Di Battista in quell'occasione aveva preso le distanze dal Movimento ("da oggi non parlo più a nome del M5S"). E adesso è arrivata la decisione di rinunciare ufficialmente all'iscrizione.

Alessandro di battista lascia il M5s

In attesa che il garante del Movimento Beppe Grillo, l'ex capo politico Luigi Di Maio e l'attuale capo politico dei pentastellati Vito Crimi battano un colpo e commentino la fuoriuscita di quella che era una figura di riferimento del partito, si è fatto sentire solo il senatore Nicola Morra. "Con Alessandro abbiamo condiviso tanto", ha scritto su Facebook. "Abbiamo anche avuto divergenze, mai scontri. Con lui il Movimento perde tanto. Tantissimo".

LEGGI ANCHE: Espulsioni M5s, Lezzi: "Non me ne vado dal movimento e mi candido per il direttivo"

"M5S mi aveva promesso mai più con Renzi", aveva detto solo pochi giorni prima Alessandro Di Battista. "Non sono stato io a cambiare linea". "Un mese fa sono stato contattato dal Movimento, quando si è aperta la crisi di Governo. Il piano era si a Conte no a Governo con Renzi. Non sono stato io a cambiare linea", conclude.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

iGdI TV

Articoli Recenti

Più visti