Domenica, 17 Gennaio 2021

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Crisi di governo, Renzi annuncia dimissioni Bellanova-Bonetti. Fine Conte 2

Il leader di Italia Viva: "La democrazia non è fatta di reality show e di veline". Teresa Bellanova, Elena Bonetti e Ivan Scalfarotto si dimettono.

13 Gennaio 2021

Matteo Renzi

Matteo Renzi (fonte foto LaPresse)

Crisi di governo, Renzi annuncia dimissioni Bellanova-Bonetti: fine Conte bis?

Il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, ha annunciato le dimissioni dei ministri di Italia Viva in conferenza stampa, aprendo così la crisi di governo. "Bisogna avere il coraggio di parlare il linguaggio della verità - ha affermato - La democrazia non è fatta di reality show e di veline", rivolgendo poi un ringraziamento a Teresa Bellanova e Elena Bonetti per il lavoro svolto come titolari delle Politiche agricole e della Famiglia. Si dimette anche il sottosegretario renziano, Ivan Scalfarotto.

Deluse dunque le attese di Conte che aveva detto: “Governo può andare avanti solo con il sostegno di tutte le forze di maggioranza. Spero non si arrivi" al ritiro delle due ministre di Italia viva da parte di Matteo Renzi.

Italia Viva, ha assicurato comunque Renzi, voterà a favore dello scostamento di Bilancio e del nuovo dl Ristori per le imprese colpite dalla crisi del Covid. "Non stiamo facendo niente di irresponsabile. Se c'è una crisi politica la si affronta nelle sedi istituzionali, non negli show in piazza". Questa crisi, ha sostenuto l'ex premier, "era aperta da tempo e non da Italia Viva". In questa fase, ha sottolineato Renzi, Iv ha la "massima fiducia" nel presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Governo, ministre Iv: 'Dimissioni in nome dignità e libertà'

"Lasciare un incarico di governo richiede lunghissime, dolorose e assai profonde considerazioni. Abbiamo deciso di rimettere il nostro mandato in nome della dignità e della nobiltà della politica e della nostra libertà e responsabilità individuale". Lo scrivono Teresa Bellanova, Elena Bonetti e Ivan Scalfarotto in una lettera al presidente del Consiglio.

Crisi di governo, Renzi: 'Ci sono condizioni per non andare al voto'

"Non ci stiamo a fare i segnaposto. Finchè facciamo politica non smetteremo di portare le nostre idee e i nostri contenuti". Lo ha detto Matteo Renzi in conferenza stampa. "Non credo al voto, ci sono le condizioni in parlamento pe rnon andare al voto", ha aggiunto Renzi.

Crisi di governo, Renzi: 'Si discute in Parlamento non in piazza'

"Non ci sono stati contatti con il presidente del Consiglio". Lo ha detto Matteo Renzi in conferenza stampa. "Se c'è da discutere di un programma di governo si va in parlamento, non in un angolo della piazza con la gente che ti applaude o ti fischia", ha aggiunto Renzi.

Governo,  Bellanova: 'Ora costruttori possono entrare in campo'

"Noi ci siamo assunti la responsabilità di dare l'opportunità di chiudere questa crisi: non si può andare avanti per mesi, dopo la mancanza di una sintesi" al termine dei tavoli di maggioranza "su come governare da qui alla fine della legislatura. Ora diamo la possibilità a chi davvero vuole costruire a dare una chiusura a questa crisi. Adesso io credo che i costruttori possano finalmente in campo. Con questa coalizione? benissimo. Con i responsabili? facciano". Lo ha detto Teresa Bellanova in conferenza stampa con Matteo Renzi e Elena Bonetti.

Governo, Renzi: 'No pregiudiziali su nomi, ma no ribaltoni'

"Non abbiamo nessuna pregiudiziale, nè sui nomi nè sulle formule. Non daremo mai vita a un governo con le forze della destra sovranista che abbiamo combattuto". Lo ha detto Matteo Renzi in conferenza stampa. "Non c'è alcuna ipotesi di ribaltone", ha aggiunto Renzi.

Governo: Renzi, pronti a dare mano su scostamento e ristori

"Irresponsabile è chi porta le proprie ideologie nella realtà. Noi voteremo lo scostamento di bilancio, saremo al fianco del governo - quale esso sarà per il decreto ristori - sul decreto ristori, ma non siamo pronti a essere come gli altri e fingere che va tutto bene". Lo ha detto Matteo Renzi in conferenza stampa. "Siamo pronti a dare una mano e a parlare con tutti, senza ideologia", ha aggiunto Renzi.

Governo: cosa prevede la Costituzione su dimissioni ministri

"Il Governo della Repubblica è composto del Presidente del Consiglio e dei ministri, che costituiscono insieme il Consiglio dei ministri. Il Presidente della Repubblica nomina il Presidente del Consiglio dei ministri e, su proposta di questo, i ministri". Lo stabilisce l'articolo 92 della Costituzione.
Il potere di nomina dei ministri spetta quindi al Capo dello Stato. Di conseguenza spetta al Capo dello Stato anche il potere di accettare le dimissioni di un ministro con relativo Dpr che va pubblicato in Gazzetta Ufficiale.
Renzi, questa sera, ha annunciato le dimissioni delle ministre Bellanova e Bonetti nelle mani "del Presidente del Consiglio".

Governo: Renzi, crisi non si affronta con show in piazza

"Se c'è una crisi politica la si affronta nelle sedi istituzionali e non negli show in piazza", dice Matteo Renzi in conferenza stampa.

Governo: Renzi, è mancata strategia industriale complessiva

"Rispondere alla pandemia significa sbloccare davvero i cantieri, avere una strategia unitaria sulle politiche industriali, dall'acciaio ai trasporti. Noi abbiamo bisogno di crescere". Lo ha detto Matteo Renzi in conferenza stampa.

Governo: Renzi, Conte ha creato vulnus a regole del gioco

"La dmeocrazia ha delle forme e se le forme non vengon rispettate, allora qualcuno deve avere il coraggio anche per gli altri per dire che il Re è nudo".
Lo ha detto Matteo Renzi in conferenza stampa. "Le tre questioni poste al presidente del consiglio sono tre. La prima di metodo", ha aggiunto: "Quelli che ora ci fanno la morale erano per andare alle elezioni e consegnare il paese alla destra populista. Non consentiremo a nessuno di avere pieni poteri. Questo significa che l'abitudine di governare con i decreti legge che si trasformano in altri decreti legge, l'utilizzo dei messaggi a reti unificate, la spettacolarizzazione della liberazione dei nostri connazionali, rappresentano per noi un vulnus alle regole del gioco. Chiediamo di rispettare le regole democratiche".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

iGdI TV

Articoli Recenti

Più visti