Martedì, 19 Ottobre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Migranti, dodici Paesi Ue chiedono un "muro" per fermare "l'invasione": chi sono

12 Paesi della Ue sollecitano un adeguamento del quadro giuridico esistente a nuove realtà come "la strumentalizzazione dell'immigrazione e irregolare"

08 Ottobre 2021

Migranti, dodici Paesi Ue chiedono un "muro" per fermare "l'invasione": chi sono

Fonte: lapresse.it

Un gruppo formato da 12 Paesi dell'Ue ha chiesto a Bruxelles di rafforzare le misure alle frontiere contro i migranti. L'Europa "ha bisogno di adeguare il quadro giuridico esistente alle nuove realtà", come la "strumentalizzazione dell'immigrazione irregolare", si legge in una lettera firmata da Austria, Bulgaria, Cipro, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Grecia, Ungheria, Lituania, Lettonia, Polonia e Slovacchia. La notizia è stata riportata da La Repubblica.

Migranti, sbarchi senza sosta in Italia

Intanto proseguono gli sbarchi di migranti in Italia. Nella giornata di mercoledì 6 ottobre un barchino con a bordo 39 migranti è stato soccorso dal veliero Nadir di Resqship in zona Sar maltese. Tra loro c'erano anche un bimbo e una donna svenuta. Secondo quanto denunciato dall'ong tedesca, Malta si era rifiutata di intervenire nonostante le richieste. "A causa delle crescenti mareggiate - scrive su Twitter -, la situazione era estremamente pericolosa per chi era a bordo della barca di legno". Tutti i migranti sono stati presi a bordo di Nadir. 

Quello mercoledì 6 ottobre è stato solo l'ultimo degli sbarchi andati in scena in Italia negli ultimi giorniLampedusa risulta essere al collasso. Nelle giornate antecedenti, erano arrivati 376 migranti in 13 diversi approdi. L'ultima carretta del mare intercettata aveva a bordo 27 persone, tra cui 3 donne e 2 minori. L'hotspot di contrada Imbriacola, che all'alba di domenica ospitava 180 persone, è tornato nuovamente a riempirsi.

Le motovedette della Guardia costiera e delle Fiamme gialle hanno continuato per molte ore la staffetta dal molo Favaloro. I primi 60, tra cui 6 minori, sono stati soccorsi dalla motovedetta Cp286 a circa 15 miglia dell'isola a bordo di un'imbarcazione lasciata alla deriva. All'ingresso del porto le Fiamme gialle hanno intercettato due gruppi di 21 (tra cui 4 donne e 3 minori) e 13 (tra cui 4 minori) persone. Altri 15, tra cui una donna e 4 minori, invece, sono riusciti a eludere i controlli: i finanzieri li hanno bloccati a terra al molo Madonnina. 

Intorno alle 3 di notte di lunedì 4 ottobre si erano verificati nuovi approdi al molo Favaloro: 12, 20, 18 e 15 persone rintracciate dalla Capitaneria di porto a bordo di barchini lasciati alla deriva. Tra loro anche 6 minori. Lo sbarco numero 9, invece, ha condotto sulla più grande delle Pelagie 95 migranti e sulla carretta soccorsa c'era anche il numero maggiore di minorenni giunti sull'isola: 35. Gli ultimi tre gruppi di 12 tunisini, 51 (tra cui 4 donne) e 17 (tra cui 2 donne e un minore) persone sono giunti poco dopo. Per tutti è stato disposto il trasferimento nell'hotspot di contrada Imbriacola, dove erano però appena stati condotti i 245 migranti arrivati a Lampedusa con 9 diversi sbarchi.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x