Domenica, 03 Luglio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Sciopero 17 giugno 2022: aerei, Trenitalia, Italo, atm Milano e motivazioni

Tutto quello che c'è da sapere sullo sciopero di programmato per Sciopero 17 giugno 2022: aerei, Trenitalia, Italo, atm Milano e motivazioni

14 Giugno 2022

Sciopero 17 giugno 2022: aerei, Trenitalia, Italo, atm Milano e motivazioni

Fonte: Imagoeconomica

Tutto quello che c'è da sapere per farsi trovare pronti in vista dello sciopero di venerdì 17 giugno 2022: aerei, Trenitalia, Italo, atm Milano e motivazioni. Andiamo dunque verso l'ennesimo venerdì nero dei trasporti locali, nazionali e ragionali. La mobilitazione è stata indetta da Al Cobas e Cub e rischia di provocare (anzi, lo farà sicuramente) parecchi disagi a lavoratori, viaggiatori e pendolari. Incroceranno le braccia tutti i lavoratori del del comparto aereo, del comparto marittimo, di quello ferroviario e quelli del trasporto pubblico locale: Tuttavia gli orari e le modalità - giusto per complicare ancora di più le cose - saranno diverse di settore in settore.

Gli ultimi scioperi generali del settore trasporti sono andati in scena lunedì 30 maggio 2022venerdì 20 maggio 2022. Si teme che ci siano disagi non dissimili a quelli andati in scena l'ultimo mese.

Sciopero trasporti 17 giugno 2022: altro venerdì nero

Venerdì 17 giugno 2022 sarà una data da cerchiare in rosso sul calendario di ogni pendolare. Lo sciopero nazionale dei trasporti riguarderà tutti i settori: aerei, treni, navi, bus e autostrade. Lo stop andrà in scena per 24 ore e, in alcuni comparti, inizierà già dalla sera del 16 giugno. Dalle 21 di giovedì sera, infatti, incroceranno le braccia i lavoratori del settore ferroviario. Successivamente, dalle 9 alle 17 si fermerà anche il personale Rfi di circolazione dell'area di Milano.

Lo sciopero, tuttavia, come già accennato, riguarderà anche il personale del comparto marittimo. Collegamenti a rischio per le isole maggiori e minori dalla mezzanotte alle 23.59 del 17 giugno. Le stesse modalità di sciopero sono previste anche per per il personale aereo. Notevoli disagi anche per gli automobilisti. anche il personale Autostrade SpA infatti si fermerà. Lo farà dalle 22.00 di giovedì 16 alle 22.00 di venerdì 17 giugno.

Aerei, Trenitalia, Italo, atm Milano, Atac di Roma

Lo sciopero riguarderà l'intero settore dei trasporti italiani. Incroceranno le braccia i piloti e gli assistenti di volo sugli Aerei, e i lavoratori di Trenitalia, Italo e Trenord. Unitamente si fermerà anche il trasporto pubblico locale, con modalità diverse da città a città. Lo sciopero coinvolgerà dalle 8.30 alle 12.30 il personale Atac di Roma. Si fermeranno i mezzi per 4 ore anche a Napoli. Nel capoluogo campano il personale del trasporto pubblico locale Eav incrocerà le braccia dalle 9.00 alle 13.00.

Giornata nera anche per i meneghini, in quanto saranno a rischio anche autobus, tram e treni delle quattro linee metropolitane di Atm a Milano. Lo sciopero Atm nel capoluogo lombardo potrebbe causare disagi dalle 8.45 alle 15 e dalle 18 a fine servizio. La società che gestisce il Trasporto pubblico locale nel capoluogo lombardo ha fatto sapere che resteranno garantite le fasce orarie di garanzia da inizio servizio fino alle 8.45 e dalle 15 alle 18.

Sciopero 17 giugno 2022: motivazioni

L’eventuale interruzione del servizio è motivata dalle “politiche del governo Draghi e dell’Unione Europea, rivolte a scaricare la crisi e gli stati emergenziali sulle spalle delle lavoratrici e dei lavoratori". Le sigle sindacali scenderanno in piazze e hanno indetto lo sciopero per protestare “contro delocalizzazioni, privatizzazioni e contro la liberalizzazione dei subappalti e gli sfratti, contro i rincari speculativi dei prezzi, contro ogni uso strumentale dello stato d’emergenza, contro ogni forma di limitazione del diritto di sciopero, contro il jobs act e la legge Fornero". Queste, tuttavia, sono le motivazioni secondarie. Quella principale riguarda la protesta "contro la guerra, per il rispetto della Costituzione italiana e per l’eliminazione di ogni discriminazione sanitaria e d’opinione, contro ogni forma di licenziamento, per la sicurezza sul lavoro e per un salario minimo intercategoriale". 

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x