Mercoledì, 25 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Rai, giornalista Dania Mondini denuncia dirigenti Tg1: "Punita in stanza con chi soffre di flatulenza"

La giornalista del Tg1 Dania Mondini ha denunciato cinque dirigenti Rai per stalking. Avrebbe subito ritorsioni e aggressioni verbali. Sarebbe stata messa in stanza con un collega che "non riesce a trattenere flatulenze ed eruttazioni"

13 Maggio 2022

Chi è Dania Mondini: figli, marito, Facebook e vita privata della giornalista

Dania Mondini, nota giornalista Rai dal 1995, denuncia cinque dirigenti per stalking, sostenendo di aver subito ritorsioni e aggressioni verbali. Inoltre rivela: "Per punizione mi hanno messa in una stanza con un collega che soffre di flatulenza".

Dania Mondini: "Punita in una stanza con chi soffre di flatulenze". Scatta indagine per stalking

Bufera in casa Rai. La procura generale di Roma ha disposto le indagini per stalking dopo la denuncia della conduttrice del Tg1 Dania Mondini. La professionista ha rivelato che cinque dirigenti dell'azienda l'avrebbero demansionata, spostandola d’ufficio per punizione e l'avrebbero messa in stanza insieme ad un collega che soffre di flatulenza. La vicenda risale al 2018. Secondo il racconto della giornalista, il trasferimento di stanza sarebbe avvenuto in seguito alle frizioni avute con alcuni colleghi. Tuttavia lei non avrebbe accettato lo spostamento, opponendo un rifiuto “motivato all’ordine di servizio”: avrebbe dovuto condividere la scrivania con un giornalista che "non riusciva a trattenere flatulenze ed eruttazioni".

Dopo il suo rifiuto di rispettare "l'ordine di servizio", sarebbero partite le ritorsioni. Alla Mondini sarebbero stati affidati servizi brevi e di minore importanza. La giornalista sarebbe inoltre stata aggredita verbalmente per piccoli errori commessi durante la conduzione del tg.

Dania Mondini denuncia cinque dirigenti Rai: il difficile percorso

Dopo la denuncia della giornalista, sono partite le indagini. Sono stati ascoltati come testimoni sei giornalisti Rai. Cinque di questi hanno sostenuto che non ci sarebbe stata alcuna persecuzione nei confronti della giornalista. Una collega invece ha confermato le accuse. La Procura ha chiesto l’archiviazione del caso e il passaggio del fascicolo al tribunale civile. Non avrebbe infatti ritenuto ravvisabile l’accusa di stalking, reato penale, ma eventualmente quella di mobbing. Il procuratore generale Marcello Monteleone ha comunque deciso di avocare a sè le indagini, mandandole avanti e facendo nuovi accertamenti nei confronti dei cinque giornalisti-dirigenti accusati di stalking. Il caso dunque non è ancora chiuso.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x