Venerdì, 01 Luglio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Mariasofia Paparo morta a 27 anni per infarto: è colpa del vaccino Covid?

La nuotatrice napoletana Mariasofia Paparo è stata portata via da un infarto improvviso e mentre chi la conosce si stringe attorno alla sua famiglia, sui social la domanda è una sola: la morte c'entra con il vaccino Covid? Ecco cosa sappiamo

12 Aprile 2022

Mariasofia Paparo morta a 27 anni per infarto: è colpa del vaccino Covid?

fonte: Instagram Mariasofia Paparo

Mariasofia Paparo, giovane nuotatrice napoletana, è morta all'età di 27 anni per un infarto e, come accade ormai da due anni a questa parte, i più curiosi si pongono tutti la stessa domanda: è colpa del vaccino Covid? Il malore improvviso e il decesso della sportiva possono essere collegati con il siero somministrato per contrastare il Coronavirus? Ecco tutto quello che sappiamo su Mariasofia Paparo.

Mariasofia Paparo morta per infarto: c'entra il vaccino Covid?

Mariasofia Paparo era una giovane nuotatrice di 27 anni: tra meno di una settimana ne avrebbe fatti 28. La ragazza era molto conosciuta in Campania proprio per la sua professione. A portarla via però, purtroppo, è stato un infarto improvviso. La Paparo aveva un compagno, Matteo, anche lui uno sportivo, con il quale erano previste delle nozze a breve. Il prossimo 28 aprile la nuotatrice avrebbe inoltre conseguito la laurea presso l'Università Parthenope in una facoltà magistrale del Dipartimento di Scienze e Tecnologie.

E mentre oggi l'intera città di San Giorgio a Cremano, in provincia di Napoli, si stringe attorno alla famiglia di Mariasofia Paparo e in tantissimi partecipano al funerale dell'atleta per porle un ultimo saluto, in molti sul web e sui social si pongono una precisa domanda: la morte a seguito dell'infarto può essere collegata con il vaccino Covid? Il malore improvviso della quasi 28enne c'entra con la somministrazione del siero anti-Covid?

Ad oggi, in realtà, non è possibile fornire una risposta precisa a questa domanda. Ma se da una parte c'è chi si fida al 100% del vaccino Covid e non nutre dubbi di nessun tipo, dall'altra su internet diversi utenti fanno notare una cosa: Mariasole Paparo, come tutti gli sportivi, per partecipare alle gare e alle competizioni di nuoto, sarebbero dovuta essere in possesso di Green pass, il quale si ottiene o con la guarigione dal virus, o con l'esito negativo di un tampone oppure, nella maggior parte dei casi, con l'avvenuta vaccinazione.

Non sappiamo tuttavia se la Paparo fosse vaccinata o meno, nè quando (e se) avrebbe ricevuto le tre dosi di vaccino Covid. Quindi, al momento, non è possibile confermare o smentire un presunto collegamento tra l'infarto e la morte della nuotatrice napoletana e il siero.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x