Venerdì, 30 Luglio 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Sara Pedri ultime notizie oggi, la denuncia: "In reparto vessazioni mortificanti"

Una testimone e amica della ginecologa scomparsa denuncia: "Sara Pedri ha avuto un impatto complesso con una realtà difficile, diversa da come se l'era immaginata e che non è stata accogliente"

12 Luglio 2021

Sara Pedri ultime notizie oggi, la denuncia: "In reparto vessazioni mortificanti"

Sara Pedri (fonte: Instagram @gian_marco_sb)

Emergono altri dettagli sul caso di Sara Pedri, la ginecologa di Trento che lo scorso 4 marzo sembra essere sparita nel nulla. La sua macchina era già stata ritrovata su un ponte nei pressi di Cles, località tristemente nota per l'alto numero di suicidi. In seguito alle testimonianze di amici, colleghi e familiari della dottoressa, si fa sempre più plausibile l'ipotesi che sia stata lei stessa a togliersi la vita a causa di un presunto e pesante mobbing sul lavoro. Ecco le ultime notizie di oggi su Sara Pedri. 

Sara Pedri ultime notizie oggi, la denuncia: "In reparto vessazioni mortificanti"

Sara Pedri lavorava presso l'ospedale di Santa Chiara di Trento dove, secondo le ultime notizie, la giovane avrebbe subito mobbing. Durante l'indagine sulla sua scomparsa sono emerse diverse voci che vedono la dottoressa e altre colleghe al centro di "continue vessazioni mortificanti" da parte del primario e della dirigente di Ginecologia. Sei professionisti infatti lo scorso aprile avevano denunciato Saverio Tateo e Liliana Meleu. A causa di tali presunte angherie ben 62 dipendenti se ne erano andati via negli ultimi 6 anni. 

Sembra infatti che il reparto in cui lavorava Sara fosse diventato "insopportabile". A confermarlo è stata l'ennesima testimonianza rivelata al pm e in seguito riportata dal Corriere della Sera, che dice: "A un'infermiera ho sentito dire: io ti rovino". E ancora: "Da anni - commenta la testimone che però vuole rimanere anonima - si vive un clima di sofferenza legato ai metodi autoritari di Tateo e Mereu. Atteggiamenti che sono andati inasprendosi. Alcune persone sono state prese di mira, e ne è seguito anche un demansionamento". Sarebbe proprio questa situazione ad aver portato la Pedri in uno stato di agitazione e ansia continua.

"La condotta basata su atteggiamenti spesso vessatori ha creato in me come in tanti altri una profonda sofferenza. Capitavano anche insulti e minacce. Sara - conclude infine la collega - ha avuto un impatto complesso con una realtà difficile, diversa da come se l'era immaginata e che non è stata accogliente. Né protettiva come dovrebbe essere nei confronti di un neo-specialista"

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x