Martedì, 03 Agosto 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Saman Abbas, ultime notizie oggi: per i genitori chiesto mandato di cattura

Sul caso di Saman Abbas il ministero della Giustizia chiede quello che equivale a un mandato di arresto al Pakistan: "Chiederemo l'estradizione per i genitori"

07 Luglio 2021

Saman Abbas, ultime notizie oggi: per i genitori chiesto mandato di cattura

Saman Abbas (Fonte: Facebook @angelamarino)

Emergono altre notizie sul caso di Saman Abbas, la 18enne pakistana scomparsa in circostanze misteriose lo scorso 29 aprile a Novellara, nella Bassa Reggiana. Il Ministero della Giustizia oggi ha disposto l'inserimento dei genitori della ragazza nella banca dati Interpol, il che equivale a un mandato di arresto provvisorio. Al momento però la mamma e il papà di Saman, dopo la fuga in Pakistan, non sono ancora stati localizzati. Una volta individuati e arrestati dalla polizia locale, potrà essere inoltrata la domanda di estradizione. 

Saman Abbas, ultime notizie oggi: per i genitori chiesto mandato di cattura

La notizia della richiesta da parte della Procura per un mandato di cattura nei confronti dei genitori di Saman Abbas arriva insieme a quella che il prossimo venerdì, il 9 luglio 2021, il tribunale del Riesame di Bologna deciderà sulla misura cautelare di Ikram Ijaz, il cugino 28enne di Saman. Lo scorso 29 maggio Ijaz era stato catturato e arrestato in Francia, mentre stava tentando la fuga in Spagna in autobus. Il 9 giugno era stato consegnato alle autorità italiane. Al momento invece il 28enne si trova in carcere a Reggio Emilia. 

Nonostante l'ipotesi più accreditata degli inquirenti sia quella che la 18enne sia stata uccisa dalla sua stessa famiglia dopo aver rifiutato un matrimonio combinato, il cugino arrestato continua comunque a ribadire di non sapere nulla sua scomparsa. Intanto il corpo della giovane Abbas non si trova. Non si fermano le ricerche della 18enne pakistana nei campi agricoli nei pressi di Novellara, sotto le serre, ma anche tra le porcilaie e i canali della zona.

Oltre alle Forze dell'Ordine e dei cani molecolari, anche un gruppo di archeologi si sono resi disponibili alle ricerche. I carabinieri del comando provinciale di Reggio Emilia - guidati dal colonnello Cristiano Desideri - hanno accettato anche l'aiuto di una squadra di cani specializzati della polizia tedesca. Cani che erano già stati utilizzati per cercare i corpi dei coniugi Neumair dopo la loro scomparsa nell'Alto Adige.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x