Domenica, 09 Maggio 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Omicidio Marco Vannini: confermati 14 anni ad Antonio Ciontoli, fu omicidio volontario

Il resto della famiglia condannato a nove anni e quattro mesi. La mamma del giovane ucciso: "Giustizia è fatta"

03 Maggio 2021

Omicidio Marco Vannini:  confermati 14 anni ad Antonio Ciontoli, fu omicidio volontario

Processo omicidio di Marco Vannini. Nessuno sconto per i Ciontoli da parte della Cassazione che conferma la condanna a 14 anni per il capofamiglia Antonio, accusato di omicidio volontario, ed a nove e quattro mesi per i figli Federico e Martina e per la moglie Maria Pizzillo.

La sentenza, risultato del rigetto di tutti i ricorsi della difesa, è stato accolto con un grande applauso dai presenti. Marina Conte, la madre del giovane ucciso nella casa della fidanzata, ha commentato così la sentenza: “La paura c’è sempre ma giustizia è fatta. La nostra speranza e la nostra fiducia era riposta in questo. Marco adesso riposa in pace: domani andrò sulla sua tomba a dirglielo”.

“Sono contento che adesso è stata fatta giustizia per Marco. Gli avevamo promesso un mazzo di fiori se fosse stata fatta giustizia e domani è la prima cosa che farò” ha detto il padre del giovane, Valerio Vannini.

Stasera per loro si aprono le porte del carcere. Non volevamo vendetta ma solo giustizia” ha affermato all’uscita del tribunale lo zio di Marco, Roberto Carlini.

Per i giudici, quella tragica notte del 2015, fu omicidio volontario perché a causa del ritardo nella chiamata dei soccorsi il ragazzo morì, quando al contrario poteva essere salvato. Al contrario l’intera famiglia Ciontoli non fece niente per aiutarlo.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti