Martedì, 02 Marzo 2021

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Generali: il Leone di Trieste compie 190 anni

Generali compie 190 anni. Fondata a Trieste nel 1831, celebra la ricorrenza con molteplici iniziative. A Milano, da stasera (23 febbraio) la Generali Tower sarà illuminata per una settimana con immagini e frasi – visibili da tutta la città - che raccontano una visione condivisa e sostenibile del futuro

23 Febbraio 2021

Tra le storie più interessanti legate ai loghi dei grandi marchi c'è sicuramente quella di Generali, la Compagnia di assicurazioni nata da un gruppo di operatori economici triestini, veneziani ed austriaci nel 1831 a Trieste. Fondata con il nome di Assicurazioni Generali Austro-Italiche, il gruppo è cresciuto fino a diventare una delle principali compagnie assicurative europee, mantenendo lo spirito internazionale che l’ha caratterizzato fino dalla nascita. Spesso la società viene infatti identificata come "Il Leone di Trieste", simbolo di forza e protezione, ma non tutti sanno che questo logo non è stato il primo per la Compagnia, ma è stato eletto come simbolo solo nel 1848. In origine nel 1833, il logo di Assicurazioni Generali, riportava infatti un altro logo quello dell’aquila bicipite, simbolo della monarchia asburgica. Questo il cambio più radicale per il marchio di Generali, ma non è stato l'unico. Nel corso degli anni il logo si è inevitabilmente evoluto soprattutto per il contesto storico e anche per le nuove esigenze di comunicazione grafica.

Generali: il logo e le principali tappe della sua crescita

Nel ripercorrere la storia del marchio di Assicurazioni Generali una tappa fondamentale è sicuramente quella del 1848, quando il simbolo dell'aquila bicipite austro-ungarica, lascia il posto allo storico leone alato di San Marco. Una scelta fatta per caratterizzare meglio la propria identità italiana per le operazioni sul territorio, dopo i moti rivoluzionari che portarono alla nascita della Repubblica di Venezia.

Nell’anno del cinquantenario, nel 1881, la compagnia modifica il logo e sceglie il leone “andante a destra” per sostituire e unificare le diverse versioni fino ad allora utilizzate. Il logo che rimarrà fino agli inizi del Novecento, quando si ritornerà alla raffigurazione classica, volta a sinistra. Un'altra tappa fondamentale per l'evoluzione del marchio Generali è sicuramente il 1971, che vede il logo avvicinarsi a quello che è attualmente. Con il mutare delle politiche di mercato la raffigurazione tradizionale del leone di San Marco, non è più in linea con il gusto dei tempi moderni. Il logo subisce un processo di revisione e stilizzazione che porta all’attuale marchio, rileggendo in una veste grafica rinnovata lo storico simbolo aziendale, al quale viene abbinato il logotipo Generali. In seguito una sempre più sentita esigenza di coordinamento e di indirizzo strategico delle unità presenti nei diversi mercati porta le Generali, nel 1978, a dotarsi di un marchio di Gruppo. Negli anni '90 il logo viene rielaborato, per una maggiore identificazione, con una nuova veste grafica. La dicitura “Gruppo Generali” viene declinata in varie lingue, tra le quali inglese, francese, tedesco e spagnolo. Ultima tappa della storia del logo di Generali vede, nel 2014, il leone diventare unico per tutto il Gruppo mondiale. Il simbolo viene ridisegnato in chiave più moderna e dinamica per migliorarne il profilo - rendendolo più netto - l’area delle ali ridefinita per una migliore resa nelle piccole dimensioni, le zampe e la coda semplificate. Una scelta coerente con la volontà di rafforzare gli asset intangibili del Gruppo.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

iGdI TV

Articoli Recenti

Più visti