Sabato, 21 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Ivan Urgant di Ciao2021: mozione per conferirgli la cittadinanza milanese

Associazione Milano Vapore. Il presidente Giampaolo Berni Ferretti chiede di premiare il noto conduttore della TV pubblica russa

Di Paolo Brambilla

10 Gennaio 2022

Ivan Urgant di Ciao2021:  mozione per conferirgli la cittadinanza milanese

A Ivan Urgant di Ciao2021 la cittadinanza milanese

"Nei prossimi giorni depositerò una mozione per chiedere al Comune di Milano di conferire la cittadinanza onoraria a Ivan Urgant, conduttore di Ciao2021 sul primo canale russo” ha dichiarato Giampaolo Berni Ferretti presidente della Associazione Milano Vapore e consigliere del Municipio 1 di Milano per Forza Italia.

Ciao2021

Ciao2021 è stata la trasmissione di capodanno della rete ammiraglia della TV pubblica russa, forse lo show più importante dell’anno in Russia (dove il capodanno è dall’epoca sovietica il nostro Natale), e Urgant ha deciso come lo scorso anno di realizzarlo in italiano, sotto forma di parodia della TV trash italiana degli anni '80, ma con immagini e riferimenti ai luoghi più amati dai turisti russi in Italia, tra i quali proprio Milano presente nella puntata con l’immagine del Duomo ripetuta più volte e una canzone chiamata “Sole a Milano”. 

“Se l’Italia e il Comune di Milano avessero voluto acquistare spazi pubblicitari sicuramente sarebbero costati moltissimo” ha spiegato Berni Ferretti “e ne avrebbero avuto bisogno perché riconquistare un turismo come quello russo, che nel 2014 era superiore del 65 per cento alla spesa media generale degli altri turisti stranieri in Italia e che sono ottimi clienti del made in Italy di alta qualità non è importante: è vitale. Ivan Urgant questa pubblicità l'ha fatta durare l’intera trasmissione e per 2 anni di seguito e completamente gratis.”

Ancora nell’agosto scorso a causa del covid si registrava un preoccupante -84% di prenotazioni aeree da parte dei russi quando solo 2 anni prima, nel 2018, l’Italia risultava come il Paese dove avevano speso di più.

Vespri sinfonici

“Il Municipio 1 è il luogo ideale da cui far partire questa proposta: infatti proprio qui abbiamo creato un ponte culturale con la Russia con la manifestazione Vespri sinfonici, un evento che ha portato lo scorso settembre la grande orchestra sinfonica russa della Repubblica di Udmurtia, terra natale di Pëtr Il'ič Čajkovskij, e del Patriarcato di Mosca o Chiesa Ortodossa Russa nella Chiesa di Sant’Alessandro in Zebedia, organizzato dall’Associazione Stravinsky Russkie con la partecipazione dell’associazione Milano Vapore e del Comitato Mimpegno con il Patrocinio del Municipio 1 del Comune di Milano" ha concluso Berni Ferretti che ha fortemente voluto l'inziativa realizzata solo grazie al contributo del Patriarcato di Mosca. "Ancora una volta si evidenzia come Milano sia una città col la testa in Europa ed i piedi nel Mediterraneo, augurandoci, che sia anche, come lo è stata in passato, anticipatrice dei fatti che poi accadono in Europa ed in Italia. Il riferimento è infatti voluto ad una nuova pagina da scriversi nelle relazioni tra UE e Russia".

Nella foto il Consigliere di Municipio 1 Giampaolo Berni Ferretti interviente durante il concerto Vespri Sinfonici

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x