Martedì, 09 Agosto 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Kiton, evoluzione e trasformazione nel segno della qualità. La collezione PE 2023

Di Victor Venturelli

28 Giugno 2022

Evoluzione, trasformazione, innovazione. Tradizione, savoir-faire, qualità. Sono i confini dentro cui si muove Kiton, eccellenza manifatturiera italiana nata ad Arzano, paese poco fuori Napoli, che con il passare delle stagioni continua a fondere sempre più la precisione dell'alta sartoria e la comodità del leisurewear. Per la primavera/estate 2023 la regola è che non ci sono regole.

Kiton per l'uomo che cerca l'essenza dell'eleganza con un tocco di novità

I capisaldi del guardaroba Kiton si mutano senza perdere l'essenza. Le camicie, per esempio, si evolvono per diventare overshirts, inedite giacche freschissime oppure blouson, perdendo la rigidità concettuale di un tempo. I capispalla fanno lo stesso, si svuotano e sono realizzati con materiali prima destinati soltanto alla camiceria come il cotone Sea Island o la seta lavata. I volumi cambiano grazie alla parte leisure che è entrata prepotentemente nel design ammorbidendolo e ampliando la silhouette formale: la giacca è decostruita, i calzoni sono più ampi sul bacino grazie alle pinces per restringersi sul fondo, il completo ha i bermuda come alternativa ai classici pantaloni, quest'ultimo declinato anche al femminile. Infatti, il dialogo tra i due guardaroba è fluido, l'unico minimo comune denominatore resta il comfort coniugato con il massimo dell'eleganza. È proprio qui che il design gioca un ruolo importante, oltre ai tessuti esclusivi prodotti dai lanifici di proprietà, la spinta creativa è sempre più forte lavorando in due direzioni.

Kiton, tradizione e innovazione in famiglia

Da un lato riscrive le regole della sartoria napoletana, con il grande ritorno del lino per giacche e completi ultralight, sia da uomo sia da donna, ma comunque impeccabili, dall'altro facendo tesoro dell'incubatore tecnologico che è KNT, acronimo di Kiton New Textures, lanciato nel 2018 dai gemelli Mariano e Walter De Matteis, terza generazione della famiglia, costola sperimentale dell'azienda. Da qui l'utilizzo di materiali altamente tecnologici, seppur preziosi. Field jackets di nylon giapponese leggerissimo oppure piumini di soli 50 grammi. Pesi minimi per enfatizzare il concetto di layers: l'idea di un guardaroba unico e a strati per ogni latitudine e genere con il bomber, le polo di seta e cashmere, camicie, bluse e abiti fantasia, t-shirt impalpabili, jeans da sovrapporre per combinazioni infinite sia per lui sia per lei.

Kiton, questione di metamorfosi

La palette è essenziale e predilige la monocromia con sfumature che vanno dal verde oliva e muschio, a nuance bruciate come il mattone, dai signature blu e bianco ai lampi di giallo e rosso che movimentano il look. Per la sera, il ritorno alla vita sociale riporta un desiderio di eleganza classica, così lo smoking riafferma la sua iconicità grazie anche alla maestria sartoriale di Kiton anche per lei in versione tre pezzi nude look color madreperla. La parte accessori continua a espandersi e riflette la metamorfosi dell'abbigliamento. Le sneakers, ormai bestseller, contaminano il mondo del classico: mocassini con nappine e non, stringate e monk strap sono abbinate a suole bianche a contrasto che ricordano le calzature da barca.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x