Mercoledì, 25 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Kiton, alla Milano Fashion Week sartorialità al servizio dell’uomo che viaggia

Di Victor Venturelli

18 Gennaio 2022

Kiton al passo coi tempi. Durante la Milano Fashion Week il celebre brand napoletano, attivo dal 1968 grazie al visionario Ciro Paone, da poco scomparso, ha presentato la propria idea di rinnovamento del marchio e dei propri capi, unendo la tradizione sartoriale napoletana inserita nei tempi moderni, più rapidi, digitalizzati e frenetici.

Kiton, la sartorialità nei tempi moderni

Ecco così che prendono sopravvento i concetti di eleganza, lusso e comfort che trovano come destinatario l’uomo che sta riscoprendo il piacere del viaggio e che non vuole dire di no alla ricercatezza artigianale dei capi e allo stesso tempo necessita di outfit leggeri, comodi in grado di seguire la silhouette in tutte le sue sfumature.

Kiton punta su un nuovo modo di pensare le proporzioni, la vestibilità e i materiali portando in scena un comfort declinato su più realizzazioni: fanno così capolino cappotti preziosissimi in cashmere a 8 fili oversize con un flair anni 80, contemporaneo e senza nostalgia; i giacconi di montone che ricordano la Irvin flying jacket dell'aviazione inglese si fondono con puffer preziosi come fanno i piumini leggeri con lussuosi cashmere.

Kiton, quando la tradizione incontra l’innovazione

Giacche hanno le stesse trame delle polo o delle camicie sottostanti e creano un unico sofisticato, ma inaspettato, come lo è l'utilizzo del classico tartan Black Watch per giacche con collo a listino. I filati stampati, frutto dell'unione dei know how delle aziende produttive del Gruppo Kiton, permettono motivi discreti, ma innovativi: dai vanisè per la maglieria, parte importante della collezione, a quelli stampati (alcuni realizzati in collaborazione con l'Università Vanvitelli di Caserta). Insomma voglia di sperimentare con coscienza, facendo leva sulla natura del marchio e mai snaturandolo. Una conferma del connubio perfetto fra tradizione e innovazione la scelta dei colori.

La collezione è monocromatica e ha una palette precisa che percorre le sfumature del marrone, del verde muschio, del bordeaux, del blu e del grigio che degrada fino a diventare nero e l'alternanza di nuance è data dalla luce sulle texture dei materiali più diversi sapientemente mixati, altra peculiarità della stagione.

Costante della nuova collezione la leggerezza dei capi, anche quelli più ricercati e maggiormente figli della tradizione: giacche leggere come camicie e pantaloni con la coulisse sono realizzati con le lane più pregiate e sottili fino a 12.9 micron.

Kiton, la forza dei dettagli

Insomma Kiton si riscopre in una veste nuova, ma senza allontanarsi da ciò che da sempre rende il marchio unico: i dettagli e la capacità di fare della sartorialità  un tratto distintivo e sempre nuovo. L’accessorio viene così a identificarsi come dettaglio fondamentale, in particolare le calzature classiche con impuntura norvegese acquistano un look "all terrain" con le importanti suole a carrarmato di gomma e, insieme, continua il successo delle sneakers in cashmere che riprendono i colori della collezione o in morbida pelle bianca impreziosite da dettagli cuciti a mano, che ancora una volta rappresentano l’estremo valore affidato alla ricercatezza e al lavoro artigianale del brand.

 

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x