Sabato, 19 Giugno 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Massimiliano Di Silvestre a Il Giornale d'Italia: "Nel 2020 superati gli obiettivi di sostenibilità"

Il Presidente e CEO di BMW Italia: "Puntare sulle infrastrutture". L'intervista a Il Giornale d'Italia

07 Giugno 2021

“La giornata di oggi rappresenta un'opportunità importantissima per capire come massimizzare la ripartenza dopo le chiusure del Covid-19”, ha affermato a Il Giornale d’Italia Massimiliano Di Silvestre, Presidente e CEO di BMW Italia, in occasione del Forum in Masseria Li Reni, ospitato da Bruno Vespa in Salento. “ E’ chiaro che per quanto ci riguarda il percorso verso la mobilità sostenibile è netto, iniziato nel 2007 e concretizzatosi nel 2013 con il lancio della prima automobile premium sul mercato elettrico. Un percorso che è andato avanti attraverso l’elettrificazione della gamma e la presentazione qualche giorno fa di due modelli completamente elettrici che debutteranno ad ottobre sul mercato Italia. Un percorso di mobilità che richiede anche un’azione sulle infrastrutture di ricarica e sulle infrastrutture tecnologiche per portare ad un livello maggiore di sicurezza la guida autonoma e assistita e anche una revisione della fiscalità dell’auto in generale. L’automobile oggi è molto tassata e questo riduce anche il potenziale di mercato dell’auto aziendale e il potenziale da parte dell’erario di un incasso di IVA che potrebbe essere decisamente maggiore".

"Focus su innovazione e sostenibilità, il paradigma oggi è questo. Le tecnologie in termini di propulsioni elettriche ci sono, oggi mancano le infrastrutture. Abbiamo degli obiettivi molto stringenti da parte della commissione europea in termini di raggiungimento delle soglie di CO2. Mi piace ricordare che nel 2020 abbiamo superato il nostro obiettivo. Avevamo un obbiettivo per la nostra flotta di 104 grammi per km e abbiamo raggiunto i 99 grammi per km. Ci piacerebbe che questa responsabilità e senso dell’obiettivo ci fosse anche dal punto di vista degli organi statali che sono predisposti a creare le infrastrutture utili al processo virtuoso della mobilità sostenibile. Senza le infrastrutture la mobilità sostenibile resterà solo sulla carta".

"La sostenibilità crea valore attraverso un approccio olistico e parte dalla scelta di energia pulita. Il traguardo che ci prefissiamo per il 2030 riguardano le riduzioni di CO2 rispetto al 2020 in fase di produzione (80%), in fase di utilizzo (40%) e in fase di supply chain (90%)”, conclude

Torna all'articolo

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x