Lunedì, 04 Luglio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Redbird-Milan, l'affare si chiude in due settimane: 1,3 miliardi per il club campione d'Italia

Attese a giorni le firme: Elliott cederà il testimone del Milan al fondo americano di Redbird Gerry Cardinale

23 Maggio 2022

Milan per tutti, allo stadio telecronaca per non vedenti e video tradotti in Lis per audiolesi

L'affare Redbird-Milan si chiude in due settimane: 1,3 miliardi per l'acquisto del club campione d'Italia. Le firme che sanciranno il passaggio di proprietà arriveranno tra due settimane circa. Dopo la svolta sul campo, dunque, con i rossoneri che dopo anni di sofferenza hanno conquistato uno scudetto per molti versi inatteso, a breve arriverà anche quella societaria. Altre indiscrezioni di stampa, questa volta diffuse da Class CNBC, riferiscono che già oggi il fondatore della società americana specializzata in investimenti sportivi, Gerry Cardinale, sarà a Milano per chiudere definitivamente la trattativa, il cui esito positivo è ormai scontato. Il fondo americano è rimasto l'unico potenziale acquirente in corsa, dopo il ritiro degli arabi di Investcorp. La notizia è stata anticipata da Il Sole 24 Ore nella giornata di domenica 22 maggio 2022.

Redbird-Milan, l'affare si chiude in due settimane: 1,3 miliardi per il club

L'obiettivo della nuova proprietà sarebbe quello di rivoluzionare il club, facendogli fare il salto di qualità dalla classica società calcistica a una vera media company che possa muoversi nel mondo dello sport di oggi, in cui l'intrattenimento è la dimensione principale. La giornata di lunedì 23 maggio sarà quindi da ricordare per i tifosi rossoneri, che attendono con gioia il passaggio del pullman scoperto in città e le news sul futuro della società.

Elliott passerà quindi il testimone al fondo americano specializzato in investimenti sportivi: i rossoneri saranno il fiore all'occhiello del portafoglio di RedBird, che in Europa ha già acquistato il Tolosa in Francia ed è entrato in società nel Liverpool. Partito nel 2014, Cardinale è arrivato a guidare una società che gestisce investimenti per 6 miliardi di dollari tra sport, telecomunicazioni, servizi finanziari e consumer. 

Elliott, in quattro anni dall'anno zero allo scudetto

L'eredità sarà di quelle pesanti, visto che nonostante le difficoltà gestionali in quattro anni il fondo americano è passato dall'anno zero a uno scudetto che resterà negli annali. Un traguardo arrivato grazie a un mix di abilità manageriali e visione tecnica, di cui l'intesa tra l'amministratore delegato Ivan Gazidis e il direttore dell'area tecnica Paolo Maldini sono la testimonianza concreta. 

Il bilancio di giugno metterà nero su bianco un risultato straordinario: passivo ridottissimo, sull'ordine dei 50 milioni, nessuna esposizione con le banche e crescita sul piano commerciale. Una società in salute, dunque, e che può contare su una rosa di assoluto valore e giovane, visto che l'età media è di poco meno di 26 anni.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x