Lunedì, 14 Giugno 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Elezioni comunali Roma, parlano Salvini e Meloni: "Siamo qui per vincere"

"Non per partecipare", è il commento di Giorgia Meloni. Mentre Salvini dice: "Presentiamo la voglia di cambiamento"

11 Giugno 2021

Elezioni comunali Roma, parola di Salvini e Meloni: "Siamo qui per vincere"

Fonte: lapresse.it

Il Centrodestra ha finalmente un candidato per le elezioni comunali di Roma che si terranno a ottobre 2021, dopo essere state spostate in seguito della pandemia da Covid 19. Si tratta di Enrico Michetti, uomo fedele alla leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni ma apprezzato anche dal leader della Lega Matteo Salvini. È stato proprio quest'ultimo il primo a scaldare i motori. "Presentiamo la voglia di cambiamento per restituire orgoglio, dignità ed efficienza a Roma", ha esordito il Capo del Carroccio. "La scelta coraggiosa che abbiamo fatto noi è stata quella di non mettere in campo un candidato ma un sindaco", sottolinea invece Giorgia Meloni

Elezioni comunali Roma, Salvini: "Oggi tocca a Roma, poi a Milano"

"Noi abbiamo dimostrato responsabilità e compattezza - sottolinea poi il Capo del Carroccio -. Pd e 5 Stelle vanno divisi a Roma, a Torino, a Bologna, in Calabria. Noi andiamo uniti. Abbiamo parecchie idee buone, oggi tocca a Roma, la settimana prossima tocca a Milano... e poi non vedo l'ora di ricominciare a girare tutta Italia". "Michetti poco conosciuto? Penso sia un valore aggiunto", continua Salvini. "Perché di gente conosciuta a Roma e a Milano che ha fatto disastri ne abbiam vista anche troppa. Preferisco qualcuno che si farà conoscere nei prossimi cinque anni, non per quello che ha fatto in passato ma per quello che farà in futuro".

E ancora: "Gli ultimi che possono dare lezioni sono i signori del Pd. Tranne le due parentesi Alemanno e Raggi è il Pd che da 20, 30, 40 anni governa Roma. La Lega non ha mai governato neanche per due minuti un municipio o il Campidoglio, saremo presenti per la prima volta con 400 candidati, con forza e orgoglio".

Centrodestra unito a Roma, Salvini: "Se temo di più Pd o M5S? Non temo nessuno"

"Stamattina mentre guidavo una ragazza mi ha gridato 'Daje Mattè, Daje Michè', penso fosse Michetti, essendo io in macchina con la ragazza, che si chiama Francesca. Daje Michè, sono contento", se la ride il Capo del Carroccio. "Se temo di più Pd o M5S? Non temo nessuno, vogliamo risvegliare l'orgoglio di quei romani che sono disillusi e rassegnati a questa sporcizia, a questi ritardi, a questa insicurezza. Abbiamo 5 anni per restituire orgoglio. Roma deve tornare Capitale".

Matteo Salvini è intervenuto anche durante la presentazione del candidato: "Sono felice, è una bellissima giornata di sole, da lunedì la maggioranza degli italiani torna a vivere, a camminare per Roma, oggi cominciano gli europei con il pubblico, Roma deve tornare capitale, non serve solo che non ci siano i cinghiali per strada, ma che questa diventi la capitale green d'Europa". Per Salvini "i prossimi anni dovranno essere di straordinaria amministrazione, quella normale la diamo per scontata".

Infine: "Dietro i due candidati c'è una comunità, che voglio federare, vedo che qui c'è l'Udc, penso a Cambiamo, a Noi con l'Italia, a Sgarbi che potrebbe fare miracoli come assessore alla cultura", dice Salvini. E poi "penso a una cittadella dell'ambiente, con sport e cultura vicine, da un miliardo di investimenti, vogliamo trasformare la città del degrado nella città dell'ambiente, sarà la soddisfazione più bella".

Elezioni comunali Roma, Meloni: "Siamo qui per vincere non per partecipare"

"Oggi possiamo raccontare ai romani l'inizio di una straordinaria avventura", ha invece esordito la leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni. "Io sono molto contenta del lavoro fatto dal centrodestra, della compattezza, della proposta seria che sottopone ai romani, a dimostrazione di quanto amiamo questa città, che non merita più improvvisazione". 

"La scelta coraggiosa che abbiamo fatto noi è stata quella di non mettere in campo un candidato ma un sindaco, una persona che quando dovesse arrivare in Campidoglio saprebbe esattamente dove mettere le mani. Non basta vincere una campagna elettorale se poi, come ha fatto Virginia Raggi, per tre anni fai il tirocinio da sindaco" dice la presidente di Fdi. "Credo che Michetti sia il miglior candidato in campo - sottolinea ancora -. E un certo fuoco di fila messo in piedi da certa stampa prima della sua candidatura, da parte dei nostri avversari, tradisce un nervosismo, evidentemente sanno bene di chi stanno parlando".

Infine: "Continuiamo a governare Roma con risorse inadeguate e senza poteri necessari. Sia chiaro che noi siamo qui per vincere, non per partecipare". "I romani hanno pagato le scelte fatte finora. Oggi - conclude Meloni - la capitale è derisa dal resto d'Europa". 

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti