Lunedì, 14 Giugno 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Morto Guglielmo Epifani, ex leader di Cgil e segretario Pd

Guglielmo Epifani aveva 71 anni

07 Giugno 2021

Morto Guglielmo Epifani, ex leader di Cgil e segretario Pd

Fonte: lapresse.it

È morto a 71 anni Guglielmo Epifani, ex leader della Cgil e ex segretario del Partito Democratico. Nato a Roma nel marzo del 1950, è stato un sindacalista e politico di centrosinistra con ruoli nella Cgil e nel Pd, per rimanere in carica come deputato della Repubblica Italiana fino a oggi con Liberi e Uguali.

Morto Guglielmo Epifani, chi era l'ex leader di Cgil e segretario Pd

Si è laureato in filosofia presso La Sapienza di Roma e ha iniziato subito la carriera da sindacalista presso la Cgil. Nel 1974 ha diretto l'Esi, la casa editrice della Confederazione. Sempre in Cgil è stato prima vicepresidente a fianco di Segio Cofferati dal 1994 al 2002, per prendere il suo posto alla fine del mandato. Nel 2010 affida la presidenza a Susanna Camusso, che diventerà la prima donna segretaria della Cgil.

Nel 2013 entra in politica con il Partito Democratico, e ne diventa per un breve tempo il segretario in seguito alle dimissioni di Pier Luigi Bersani

Nel 2017 si unisce alla scissione del Partito Democratico e passa ad Articolo 1 - Movimento Democratico e Progressista. Alle elezioni politiche del 4 marzo 2018 si candida con Liberi e Uguali e viene rieletto alla Camera dei Deputati nella circoscrizione Sicilia 2, entrando a far parte della VIII legislatura.

Guglielmo Epifani morto: le reazioni della Politica

Guglielmo Epifani è stato spesso criticato dalla stampa e dal mondo sindacale, soprattutto aver votato il Jobs Act promosso dal governo Renzi nel 2019. Tantissimi i messaggi in memoria del politico sui social dall'intero mondo politico.

Laura Boldrini twitta "È veramente un dolore apprendere della scomparsa di Guglielmo Epifani. Mi mancherà, e mancherà a tante e tanti di noi. Ha speso la sua vita a sostegno di lavoratrici e lavoratori. Una grande perdita per il Paese. Un abbraccio alla sua famiglia".

Maurizio Landrini, attuale segretario Cgil comunica attraverso i canali pubblici della Confederazione "La scomparsa di Guglielmo Epifani è una grande mancanza, ha speso una vita per il sindacato".

Matteo Salvini: "Apprendo con tristezza della improvvisa scomparsa di Guglielmo Epifani, storico leader del sindacato e della sinistra. Invio il mio sincero cordoglio ai suoi cari e alla sua famiglia politica".

Pier Luigi Bersani: "L’eleganza non è quel che indossi, è quel che sei. Anche nel confronto aspro e nella battaglia dura tenere la misura e perfino la gentilezza e la cordialità. Stare sempre al merito del problema senza mai una sfumatura di demagogia. Questo era Guglielmo Epifani. Ci mancherà".

Teresa Bellanova: "Lavorare accanto a Guglielmo, nel sindacato e in politica, è stata per me un’esperienza importante su più piani, non ultimo quello umano e amicale. Lo avevo incontrato pochi mesi fa in Parlamento e, come accade a chi conoscendosi da vecchia data ha condiviso linguaggio, tempi, cose, cambiamento e pensieri, era stata ancora una volta l’occasione per scambiarci le nostre idee e preoccupazioni sulla difficile condizione del Paese e la necessità di tutelare in primo luogo il lavoro".

Guglielmo Epifani morto, Fassino: "Apprezzato anche nel confronto politico"

Piero Fassino: "La morte di Guglielmo Epifani mi addolora profondamente, perdo un amico e compagno con cui ho vissuto anni di comune impegno politico. Esprimo i miei sentimenti di vicinanza ai familiari e ai tanti che hanno condiviso con lui impegno, ideali e passione civile. Guglielmo è stato un protagonista della storia sindacale e politica, contribuendo all’affermazione dei diritti del mondo del lavoro e alla crescita democratica del nostro Paese. Mancherà a molti e a coloro che, nel confronto democratico nel sindacato e in Parlamento, anche su posizioni diverse, ne hanno sempre apprezzato l’acuta intelligenza, l’apertura al dialogo e il senso del bene comune. Era un appassionato uomo di sinistra, fiero di esserlo e sempre dalla parte dei più deboli e dei senza diritti".

Renato Brunetta: "Sconcerto e dolore per la morte improvvisa di Guglielmo Epifani, compagno di tante battaglie. Collega deputato, gentile, serio, equilibrato. Dirigente sindacale che ha speso la sua vita da una parte sola: dalla parte dei lavoratori. Ciao Guglielmo, resterai un esempio per tutti noi".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti