Domenica, 25 Luglio 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Elezioni Roma 2021, Meloni: "Spero Salvini convochi subito tavolo Centrodestra"

La leader di Fratelli d'Italia: "Bertolaso ancora non ha detto no a candidatura"

18 Maggio 2021

Elezioni Roma 2021, Meloni: "Spero Salvini convochi subito tavolo Centrodestra"

Fonte: lapresse.it

Le elezioni a Roma 2021 si fanno sempre più vicine e la leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni ha invitato il Centrodestra - e in particolare Matteo Salvini - ad aprire un tavolo per decidere il candidato. Forza Italia puntava su Guido Bertolaso, nome gradito da Giorgia Meloni che intende provare a rilanciarlo. "Che Bertolaso non accetterà ancora non è notizia", ha affermato la leader di Fdi. "Gira questa voce, ma ci siamo scambiati sms qualche giorno fa, non ha ancora declinato, quindi aspetterei".

Elezioni Roma 2021, Meloni: "Spero Salvini convochi subito tavolo Centrodestra"

"Se Bertolaso dovesse declinare come ha declinato Albertini - ha aggiunto Giorgia Meloni - penso che ci si debba vedere. Confido che Salvini convochi un tavolo nei prossimi giorni. Francamente penso che sia più intelligente fare questo dibattito lì piuttosto che farlo via media, perché qualsiasi sia il candidato, di nomi autorevoli ce ne sono tanti, con questo battage si logorano".

La leader di Fratelli d'Italia ha poi commentato le parole di Mariastella Gelmini. "Non so cosa intenda Mariastella Gelmini, secondo le regole che ci siamo sempre applicati in caso di vittoria del centrodestra il premier lo esprime il partito che nella coalizione ha preso più voti. Se le regole si vogliono cambiare, qualcuno si palesi, perché finora sono valse quelle regole lì". Il Ministro azzurro infatti aveva attaccato Giorgia Meloni asserendo che "la scelta di Fi e Lega di rimboccarsi le maniche per tirar fuori il Paese dalla crisi, avrà un peso quando si dovrà individuare il candidato premier".

"Noi non abbiamo mai chiuso la partita così - conclude la leader di Fdi - non c'è mai stato un candidato premier prima che si iniziasse la campagna elettorale, si decide alla fine abbiamo detto, per cui è normale che ciascun partito dica, vediamo".

Elezioni 2021, Tajani: "A Roma il centrodestra punta su Bertolaso"

Anche il coordinatore nazionale di Forza Italia Antonio Tajani si augura che Guido Bertolaso "accetti la richiesta del centrodestra unito" di correre come candidato sindaco a Roma. Invece a Milano, dopo il 'no' di Gabriele Albertini, si punta ad andare "oltre i confini tradizionali" della coalizione.

Calenda ironizza su Gasparri: "Serviva nome d'alto livello"

Intanto che il Centrodestra, a Roma, risulta impantanato sul nome del candidato, da Fratelli d'Italia è arrivata la candidatura spontanea di Ignazio La Russa. Non si è però fatto attendere il commento sprezzate di un altro di coloro che si fideranno presto per la poltrona di Sindaco della Capitale: il leader di Azione Carlo Calenda. "Pare che Gasparri si stia auto candidando e sono molto favorevole", ha ironizzato Calenda a Tagadà su La7. Per il leader di Azione, la Capitale "merita una prima scelta".

Se non verrà scelto un dome di alto livello, continua Carlo Calenda, "credo che di nuovo come nel centrosinistra finiremo a dire che ci sono tanti che piacciono mai poi si sceglie un altro. E questo non va bene perché finisce per essere una seconda scelta. Ma Roma è un casino che merita una prima scelta. Nessuno immagina cos'è Roma".

Carlo Calenda ha poi commentato all'alleanza saltata tra Pd e M5S. "Credo che il M5S ad un certo punto abbia detto a Zingaretti che se si candidava a sindaco di Roma avrebbero fatto cadere la Regione in pieno Covid, ma Zingaretti è responsabile e ha detto no", ha detto il leader di Azione. "I 5S hanno dettato la scelta. La scelta del Pd è molto chiara: la loro direttrice è Gualtieri e se non passa Gualtieri sostengono Raggi".

Letta: "A Roma nessuna possibilità di alleanza tra Pd e M5s"

"Il mio giudizio sulla Raggi è molto negativo - ha affermato il segretario del Pd Enrico Letta -. Roma ha perso veramente tante occasioni, è scesa nella scala italiana, europea, globale. Lo dico da cittadino, in primo luogo". Sarebbe, continua, proprio "per questo che abbiamo deciso che non potevamo che andare al voto da soli, vista la volontà - legittima - di Virginia Raggi di candidarsi".

"Detto questo, continua un nostro rapporto con il M5S - si affretta però a precisare il segretario dem -. Ma è evidente che queste amministrative potevano aiutare a fare passi avanti più solidi. Ora bisogna semplicemente e con grande pragmatismo prendere atto e andare avanti pensando che abbiamo fatto la scelta migliore".

Calenda svela le macchinazioni Pd: "Gualtieri scelto dal M5s"

Sempre in merito alle prossime elezioni di Roma e sempre in merito al mancato accordo tra Pd e M5s, Carlo Calenda spiega: "È la fine delle pantomime. Il candidato del Pd a Roma lo hanno scelto i 5 stelle, con il sostegno di Giuseppe Conte a Virginia Raggi e minacciando di far cadere la Regione nel caso in cui Zingaretti avesse deciso di presentarsi”.

Roberto Gualtieri è ufficialmente il prossimo candidato dal Pd alle elezioni di Roma 2021, nelle quali si deciderà chi sarà il prossimo Sindaco della Capitale. Il nome dell'ex Ministro dell'economia non giunge nuovo, in quanto filtrato parecchie volte negli ultimi mesi. Se non era mai stato reso ufficiale, almeno fino a oggi, è perché c'era anche l'ipotesi di un'alleanza tra Pd e M5s. Giuseppe Conte però ha confermato di voler continuare con Virginia Raggi, la quale, per molti tra le fila del Pd, non è particolarmente gradita. Quindi, salvo nuovi colpi di scena, nessuna alleanza tra Pd e M5s e ognuno per la sua strada.

Elezioni Roma 2021, Calenda: "Pd sempre subordinato ai grillini"

Domenica 9 maggio "è successa una cosa veramente strana", ha proseguito Carlo Calenda. "Da sette mesi giro la città e faccio proposte. Il Pd dice 'vedrete la Raggi si ritirerà, verrà condannata, confluiremo su Zingaretti'. Poi alla fine la Raggi non si è ritirata, Conte l'appoggia e Zingaretti non è in grado di candidarsi". Insomma, per il leader di Azione, anche lui candidato sindaco di Roma alle prossime elezioni comunali che si terranno, se tutto va bene, a metà ottobre 2021, si tratta del "fallimento di una linea politica. Stiamo sempre dietro ai 5 Stelle".

"Dal punto di vista politico, è stata una vittoria della Raggi e dei 5Stelle ma più che altro un suicidio del Pd. Farsi mettere in un angolo, bruciando il nome di Zingaretti è una cosa incomprensibile", ha proseguito Calenda. "Basta farsi un giro per Roma per capire che cosa la città sia diventata con l'amministrazione Raggi. La politica come buona amministrazione è scomparsa, rimane solo la politica in cui le città sono ostaggio delle decisioni dei partiti nazionali, senza nessuna verifica sul merito, su come sono andate le cose", conclude il leader di Azione.

Elezioni Roma 2021, Pd candida Gualtieri, Letta: "Lo sosteniamo, Zingaretti impegnato"

Il sottosegretario dem Enrico Letta, al contrario, è felice della candidatura di Roberto Gualtieri. Ospite su Radio Raiuno ha commentato così: "Roberto Gualtieri ha deciso di candidarsi e noi abbiamo fatto la scelta di sostenerlo. Nicola Zingaretti sarebbe stato un ottimo candidato ma sta facendo un'altra cosa e la sta facendo molto bene: sta gestendo il Lazio e quindi l'ipotesi di una sua candidatura aveva la necessità di essere gestita e verificata nei rapporti con l'impegno nella regione, soprattutto nel corso della campagna vaccinale".

Elezioni Roma 2021: quando si vota

Per tutte le elezioni, non solo quelle di Roma, bisogna aspettare l'evolvere della situazione Covid in Italia. Infatti, non si terranno nella tarda primavera del 2021, come era invece pianificato, dato che il Consiglio dei Ministri ha ufficializzato uno slittamento a causa della pandemia. Le urne potrebbero dunque aprirsi tra il 15 settembre e il 15 ottobre. Anche se molti puntano sul fine settimana del 10 e 11 ottobre. Gli eventuali ballottaggi si terranno due settimane dopo.
 

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x