Sabato, 12 Giugno 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Sindaco di Roma, Raggi sceglie Rousseau per la sua campagna: schiaffo a Conte

Ennesima tegola per l'avvocato del popolo alle prese con la rifondazione del Movimento 5 Stelle: la Raggi lo saluta, Grillo è nel caos grazie al figlio, il partito spaccato da mille correnti

07 Maggio 2021

Andrea Romano, il figlio non può ancora essere seppellito a Roma: "Raggi vergognati"

Virginia Raggi (fonte foto Lapresse)

Sindaco di Roma. Schiaffo della candidata M5S Virginia Raggi a Giuseppe Conte, il teorico leader del movimento. Virginia Raggi, ha scelto la nuova piattaforma di Davide Casaleggio, per il percorso che porterà gli iscritti a scrivere con lei il “programma partecipato” per la prossima consigliatura.

Sindaco Roma: lo "schiaffo" della Raggi è solo uno dei problemi M5S

Questo proprio mentre l’avvocato del popolo difendeva le ragioni del movimento nei rapporti con gli ormai ex amici di Rousseau.  “Casaleggio per legge è obbligato a consegnare i dati degli iscritti al Movimento, che ne è l’unico e legittimo titolare. Su questo c’è poco da scherzare, perché questi vincoli di legge sono assistiti da solide tutele, civili e penali” aveva detto Conte solo ieri.

La piattaforma, quindi, per anno baluardo del movimento ormai non c’è più ma non è la sola cosa che i pentastellati rischiano di perdere. Davide Casaleggio, infatti, che con Di Maio si recò a depositare la denominazione del partito, potrebbe insistere ed ottenere anche la denominazione del movimento stesso.

Sullo sfondo, infine, un problema di non poco conto: quello del figlio di Beppe Grillo accusato di stupro di gruppo, del video fatto dal comico e del caos successivo, che hanno messo lo stesso garante in un angolo.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti