Venerdì, 30 Settembre 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

La storica fabbrica di Sochaux diventa un punto di riferimento per Stellantis

Una completa riprogettazione dello stabilimento per rendere il sito il più efficiente d'Europa per la produzione di SUV multi-energy

Di Luca Talotta

12 Settembre 2022

La storica fabbrica di Sochaux diventa un punto di riferimento per Stellantis

Sochaux, un sito storico, deve essere uno stabilimento di eccellenza, una vetrina per le ambizioni industriali di Stellantis”, ha dichiarato Arnaud Deboeuf, Chief Manufacturing Officer. È questa la filosofia alla base del progetto Sochaux 2022, volto a rendere il sito nella regione della Franca Contea, lo stabilimento più efficiente d’Europa per la produzione di SUV multi-energy. Sono serviti cinque anni di duro lavoro per creare, progettare e implementare la nuova organizzazione del flusso di produzione. Il processo di produzione è stato completamente ridisegnato e la superficie immobiliare è stata ridotta, in coerenza con il livello di performance necessario al raggiungimento degli obiettivi del Dare Forward 2030 e per contribuire alla riduzione delle emissioni di CO2.

 

Un investimento da 33 milioni di euro

 

Nel 2019 è stata inaugurata una nuova officina di stampaggio, caratterizzata da una linea versatile e flessibile in grado di produrre pezzi differenti in un unico ciclo di pressatura con un investimento di 33 milioni di euro, il primo in Francia da due decenni a questa parte. Quest’anno le linee di montaggio, precedentemente distribuite in cinque officine, sono state riposizionate nel cuore del sito e completamente riprogettate per una produzione efficiente con una capacità di 400.000 veicoli all'anno, che ne fanno insieme a Mulhouse, i due più grandi siti produttivi automobilistici della Francia. Per ottimizzare l'investimento e la redditività dei veicoli prodotti, sono sempre state privilegiate le soluzioni più efficienti, come ad esempio l’adeguamento di un vecchio edificio agli standard attuali o il riutilizzo di attrezzature industriali provenienti da altri siti. Anche la logistica dello stabilimento è al centro un importante progresso tecnologico grazie all'installazione di un trasloelevatore alto 25 metri, in grado di movimentare in tempo reale i componenti che arrivano a Sochaux ogni giorno. Una soluzione innovativa nel nostro panorama industriale europeo.

 

E ora, la riconversione di un’area assemblaggio

 

Il prossimo passo prevede la riconversione, già in corso, di un’area di assemblaggio della carrozzeria in modo che possa accogliere la piattaforma elettrica STLA Medium e i futuri veicoli prodotti nel territorio nella Franca Contea. Inoltre, è in fase di studio un nuovo reparto di verniciatura. Nell'ultimo anno, i quasi tremila dipendenti hanno potuto cambiare ambiente di lavoro, passando a un'officina più luminosa e accogliente, con postazioni di lavoro più ergonomiche, garantendo un livello di qualità ottimale.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x