Domenica, 29 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Legge 104, fra le cause di licenziamento per giusta causa anche gli abusi: come intervenire e intercettarli

La condotta scorretta di chi usufruisce dei permessi della Legge 104 è tra le principali cause di licenziamento per giusta causa. Lo conferma Agiter Investigazioni, affermato istituto investigativo d'avanguardia, nonchè punto di riferimento nel settore per professionalità e legalità

14 Dicembre 2021

Green pass, lavoratori non vaccinati discriminati: "In deposito con escrementi e rottami"

Fonte: lapresse.it

Anche in questo periodo di difficoltà lavorativa e di ripartenza economica c’è ancora chi specula e non rispetta le norme vigenti in materia di permessi e diritti personali. Molti degli abusi riscontrati in ambito lavorativo sono legati purtroppo alla Legge 104, del 5 febbraio 1992, che detta i principi dell'ordinamento in materia di diritti, integrazione sociale e assistenza della persona disabile.

Legge 104 e i licenziamenti per giusta causa

Non tutti i dipendenti che usufruiscono della Legge 104 hanno una condotta corretta per quanto riguarda i permessi dal lavoro e questo sarebbe, ad oggi, tra le principali cause di licenziamento per giusta causa. È quanto sostiene Agiter Investigazioni, affermato istituto investigativo che attraverso tecnologie all’avanguardia e un team di professionisti con esperienza decennale nel campo, è in grado di operare con successo e tempestività su tutto il territorio nazionale e anche all’estero.

Per i datori di lavoro quindi risulta fondamentale, adesso più che mai, sapere come i propri dipendenti si comportano in orario lavorativo e se esistono abusi o violazioni della Legge, per capire se e come procedere per i licenziamenti in azienda. L’articolo 2119 del codice civile infatti consente al datore di lavoro di procedere al licenziamento per giusta causa per: assenze ingiustificate, furto o atti criminosi commessi anche fuori dall’azienda, violenze o minacce verso colleghi o datore di lavoro e rifiuto del trasferimento presso altra sede.

Sempre più datori di lavoro per affrontare al meglio la situazione ed essere sicuri della professionalità dei proprio dipendenti si rivolgono a realtà come Agiter Investigazioni, che ha al suo attivo l’esperienza di anni nelle indagini al servizio delle aziende. Queste ultime, per procedimenti penali o civili, richiedono elementi sempre più precisi che con valore legale in giudizio, prove inattaccabili che possono contribuire a determinare l’esito positivo in un licenziamento per giusta causa.

A chi si rivolge la Legge 104? 

La Legge 104/92 nasce per tutelare le persone con disabilità e di conseguenza consentire ai loro parenti più stretti di accudirle e di avere dei permessi retribuiti dal lavoro. Questi possono raggiungere il numero massimo di tre giorni, anche continuativi. In alternativa per chi vuole si possono ottenere 2 ore di permesso lavorativo giornaliere. Hanno diritto alla Legge 104, i lavoratori stessi oggetto di handicap, che possono scegliere tra due ore al giorno di permesso o tre giorni mensili anche ripartiti in frazioni.

Possono usufruirne dei permessi anche i genitori biologici, adottivi o affidatari di una persona disabile. Qualora il figlio disabile abbia meno di tre anni è possibile ottenere due ore al giorno o tre giorni mensili; può anche essere esteso il congedo parentale. Se il figlio ha un’età compresa tra i tre anni e i dodici anni invece decadono le due ore giornaliere e rimangono le altre due opzioni. Inoltre possono beneficiare della Legge anche il coniuge, conviventi di fatto secondo l’unione civile, parenti e affini di persona adulta o genitori di figlio sopra ai 12 anni di età. In questo caso si prevede la concessione di 3 giorni di permesso, frazionabili in più ore.

Abuso Legge 104, l’iter per il licenziamento

Sebbene in molti adoperino giustamente le ore concesse, altri dipendenti invece approfittano di tali permessi per svolgere altre attività che nulla hanno a che fare con l’assistenza della persona disabile. La Legge Fornero, la 92/2012, prevede l’applicazione di una precisa procedura per procedere al licenziamento per giusta causa: comunicare in forma scritta alla Direzione territoriale del Lavoro competente e alla persona interessata l’intenzione di licenziamento, riportando motivi alla base del provvedimento e specificando le eventuali misure utili al ricollocamento lavorativo del dipendente.

La Direzione territoriale del Lavoro ha l’obbligo di convocare il datore di lavoro e il dipendente al fine di tentare una conciliazione, entro 7 giorni dalla ricezione della comunicazione scritta da parte del datore di lavoro. Questo incontro dovrà svolgersi entro 20 giorni dalla convocazione, in assenza di accordo, il datore di lavoro può provvedere al licenziamento che va comunicato in forma scritta specificando chiaramente i motivi che lo hanno determinato. Va comunque rispettato il periodo di preavviso previsto dal contratto di lavoro e va versata la relativa indennità sostitutiva.

Agiter Investigazioni, come intervenire per gli abusi della Legge 104

Il tema del lavoro legato ai diritti e alla disabilità resta un argomento delicato e complesso da affrontare per le aziende. Per far cessare i possibili abusi della Legge 104 sempre più datori di lavoro si rivolgono a professionisti dell’investigazione per raccogliere elementi di prova per incorrere nel licenziamento per giusta causa, cosa non semplice e immediata. Grazie all’esperienza raccolta negli anni e solide competenze giuridiche, Agiter Investigazioni raccoglie, in rispetto di tutte le norme vigenti, testimonianze e prove legalmente valide.

Le indagini preliminari si suddividono in tre fasi: il controllo del dipendente, dal classico pedinamento all’utilizzo delle più sofisticate tecnologie, nei termini di legge il lavoratore oggetto dell’indagine infatti sarà costantemente tenuto sotto controllo. Per passare poi alla raccolta prove vera e propria, quindi filmati, foto, ogni tipo di prova legalmente acquisita ed esibibile in sede giudiziaria. Ed infine a conclusione del periodo di indagine verrà rilasciata una relazione scritta, corredata degli elementi di prova, con pieno valore legale.

Questo tipo di lavoro, insieme ai risultati avuti negli anni con aziende e studi legali ha portato la Agiter Investigazioni a confermarsi tra le eccellenze investigative di Italia, diventando un punto di riferimento nel settore per professionalità e legalità. 

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x