Venerdì, 17 Settembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Il SUV americano per chi macina tanti chilometri

Comfort e funzionalità a stelle e strisce con un cuore Diesel progettato in Italia: parco ed efficiente contiene tanto le emissioni quanto i costi d’esercizio

30 Luglio 2021

Cadillac XT4 è un SUV compatto fuori ma grande dentro, con la concretezza tipica americana che non lesina su sicurezza e comfort, offrendo una vettura ideale per chi vuole uscire dal branco senza rinunciare all’efficienza degli ingiustamente bistrattati motori a gasolio.

 

Sì, è vero, il dieselgate è nato proprio negli States ma l’America è fatta di tante sfaccettature, non c’è quindi da stupirsi che arrivi in Italia, attraverso l’importatore lombardo Cavauto direttamente da Cadillac Europe che ha sede in Svizzera, un prodotto tipicamente a stelle e strisce ma con un cuore pragmaticamente europeo.

 

Gli stilisti americani sono riusciti a dare un aspetto solido e massiccio ma al contempo elegante ed esclusivo, a un SUV che misura soltanto 4,5 metri ma che sembra ben più grande. Il cofano alto e piatto ma soprattutto la calandra imponente caratterizzata dalle linee luminose a “Y” sono la firma indistinguibile con cui si presenta il Cadillac XT4. Le fiancate sono slanciate dalle superfici laterali inclinate, mentre nella parte posteriore le luci disposte ad “L” interno al portellone raccordano la coda con un tetto che si chiude con un lungo spoiler che ricopre parte del lunotto, conferendo un aspetto dinamico a favore dell’efficienza aerodinamica.

 

Se le forme esteriori appaiono più grandi di quanto in realtà non siano, gli interni, invece, sono realmente e non solo apparentemente grandi. Le sedute anteriori sono vere poltrone da first class: riscaldate e refrigerate, ma anche equipaggiate con diversi programmi di massaggio. Anche il volante può essere riscaldato. Grandi spazi anche sul divano posteriore dove l’abitacolo risulta insolitamente luminoso per l’efficacia del lungo tetto panoramico apribile nella parte anteriore.

 

Originale la forma della plancia molto inclinata in cui è facile identificare tutti i comandi principali disposti lungo un’elegante ciglia e nobilitati dall’uso del metallo. Inaspettata la leggibilità dello schermo centrale che, pur seguendo l’inusuale inclinazione della plancia, è totalmente privo di riflessi. Grande ergonomia anche in tutti i comandi sul tunnel centrale che riassumono le funzioni principali legate al cambio e al sistema di trazione integrale.

 

Funzionale e di rapida leggibilità il cruscotto, caratterizzato da strumenti analogici convenzionali con al centro uno schermo ad alta definizione di immediata lettura, coadiuvato da un efficace e completo head-up display, entrambi a colori.

 

Sotto il cofano un moderno due litri a gasolio progettato nel centro ingegneristico Global Propulsion System di Torino, strettamente legato al Politecnico. L’unità eroga 175 Cv e 381 Nm di coppia massima costante tra i 1.500 e i 2.750 giri/minuto. L’erogazione è resa particolarmente fluida dal cambio automatico a nove rapporti, veloce nello scegliere in ogni momento il rapporto che meglio sfrutta le ottime doti del motore.

 

I dispositivi di assistenza alla guida (ADAS) sono molto focalizzati verso l’innalzamento della sicurezza, tanto per gli occupanti quanto per chi sta all’esterno della vettura, piuttosto che a ricercare le più appariscenti funzioni di guida autonoma, per distaccarsi pragmaticamente e significativamente da chi negli stessi States sta osando un po’ troppo nell’implementazione di ciò che le attuali strade, soprattutto fuori dagli Stati Uniti, sono realmente in grado di consentire.

 

Le prestazioni sono adeguate alla potenza e alla massa del veicolo, prossima alle due tonnellate in ordine di marcia, ma l’efficace sistema di trazione integrale permette alla Cadillac XT4 di stare tra le migliori vetture del segmento per sicurezza dinamica in ogni condizione, soprattutto d’inverno.

 

Con una gamma che si articola su tre allestimenti: Premium, Premium Luxury e Sport, tutti racchiusi in una forbice che da circa 42.000 euro non supera i 50.000, la Cadillac XT4 può essere una valida alternativa che si fa notare, senza alcuna ostentazione ma con tangibile concretezza, a blasonati SUV europei, proponendo proprio quell’efficiente motorizzazione Diesel che consente di ridurre sensibilmente consumi ed emissioni e, di conseguenza, costi d’esercizio soprattutto per chi percorre tanti chilometri. Tutto questo con l’originalità di un marchio che ha una lunga storia di grandi successi, in cui le Cadillac hanno sempre brillato per le dotazioni di lusso votate al comfort, come la Bel Air Coupé del Ville con cui l’abbiamo voluta immortalare al tramonto. R.T.

 

 

 

 

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x