Venerdì, 30 Luglio 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Peugeot 9X8 Hypercar: il leone torna a ruggire nell’Endurance

Sul tracciato di Monza Peugeot svela l’arma per la 24 ore di Le Mans 2022: innovativa nell’aerodinamica, ibrida, a trazione integrale ma soprattutto… bellissima

17 Luglio 2021

L’assenza dello spoiler posteriore è la firma del coraggio con cui Peugeot torna a cogliere la sfida del Campionato del Mondo FIA Endurance del prossimo anno. Il magnifico design innovativo cela una meccanica ibrida a trazione integrale con un V6 a 90° 2,6 litri biturbo da 680 CV al posteriore e un motore/generatore elettrico da 272 CV all’anteriore.

Peugeot annuncia il ritorno alle competizioni nella gara più sfidante del mondo: la 24 ore di Le Mans. La partecipazione ufficiale alle competizioni automobilistiche era stata sospesa dalla Marca del Leone proprio in attesa di poter competere nuovamente con una vettura che potesse sfoggiare tecnologie coerenti con la transizione energetica verso la mobilità elettrica.

La nuova Peugeot 9X8 Hyercar è, quindi, innanzitutto una monoposto ibrida a trazione integrale. È dotata al retrotreno di un motore biturbo V6 a 90° 2,6 litri da 680 CV che sta già macinando chilometri al banco per ottenere la massima potenza ma, al contempo, elevatissima affidabilità e resistenza. All’avantreno, invece, c’è un motore/generatore elettrico da 200 kW (272 CV) che agendo sulle ruote anteriori realizza la trazione integrale. Si sa che il motore termico sarà accoppiato a un cambio a sette rapporti, poco, invece, trapela riguardo alle batterie che alimenteranno l’unità elettrica, solo che saranno ad alta tensione (900 Volt).

Tutto il progetto è in evoluzione e soprattutto in fase di serratissimi test: la 24 ore di Le Mans è la quint’essenza del Motorsport, non tanto e non solo per la tradizione e la storia di questa competizione, ma proprio perché in una massacrante gara lunga 24 ore i piloti e le vetture macinano più chilometri di quanto le Formula 1 non facciano nel corso dell’interno campionato.

 Ma nel corso della presentazione alla stampa nazionale e internazionale accanto alla Pit Lane del Circuito Nazionale di Monza, la nuova Peugeot 9X8 ha lasciato tutti a bocca aperta, non tanto e non solo per le linee avveniristiche, ma ha stupito per l’eleganza e la bellezza del design, caratterizzato dall’assenza dello spoiler posteriore. 

Ci spiega Olivier Jansonnie, Direttore Tecnico del programma WEC di Peugeot Sport. “Il nuovo regolamento Le Mans Hypercar (LMH) è stato progettato per livellare tutti i vettori classici delle prestazioni, Progettare 9X8 è stata un'esperienza appassionante perché abbiamo avuto la libertà di inventare, di innovare e di esplorare modi fuori dal comune per ottimizzare le prestazioni della vettura, soprattutto la sua aerodinamica. Il regolamento prevede che sia ammesso un unico elemento aerodinamico regolabile, senza specificare che debba essere l'alettone posteriore. I nostri calcoli e le nostre simulazioni hanno dimostrato che possiamo avere ottime prestazioni anche senza un'ala posteriore”

È questo il verso segreto che si cela sotto la nuova Peugeot 9X8: non sappiamo quale sia l’elemento aerodinamico regolabile della vettura che, così come appare, è sostanzialmente tutta un’ala deportate. Il segreto, forse, si trova nelle pance laterali o nel sottoscocca.

Prosegue Jean-Marc Finot, Direttore di Stellantis Motorsport, “L’assenza dell’alettone posteriore sulla Peugeot 9X8 è una grande innovazione. Abbiamo raggiunto un livello di efficienza tecnica nell’aerodinamica che ci permette di fare a meno di questo dispositivo. E poiché, nonostante tutte le credenze e le abitudini, quest’assenza è dettata dalla ricerca delle prestazioni, manterremo questo segreto il più a lungo possibile!”

 

Non ci resta che aspettare la prossima estate per vedere all’opera la nuova Peugeot 9X8 Hyercar, intanto possiamo apprezzarne i dettagli che la rendono subito identificabile come una monoposto del Leone: dalle firme luminose al LED, davanti e dietro, con i caratteristici tre artigli, fino agli schermi delle telecamere posteriori che richiamano l’i-Cockpit delle Peugeot di serie, passando dal nuovo logo luminescente al centro dell’aerodinamica calandra. Qualunque verdetto decreterà la pista, il design della nuova Peugeot 9X8 Hyercar, facendo parlare moltissimo di sé, ne ha già decretato un grande successo mediatico.

 R.T.

 

 

 

 

 

 

 

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x